Azienda Napoletana Mobilità: chiude la vecchia rimessa del Garittone. Il laboratorio Insugencia dice “no” al nuovo deposito a Poggioreale.

A partire dal mese di Luglio scorso, l’ A.N.M. ( Azienda Napoletana per la Mobilità) aveva preannunciato un periodo di forte disagio per migliaia di utenti del servizio di trasporto pubblico a Napoli. Di li a poco, cosi è stato: niente più uscite dai depositi del Garittone, di Piazza Carlo III, di via Nazionale delle Puglie, Cavalleggeri, San Giovanni, Stella Polare.

A circa due mesi di distanza, l’azienda, si vede costretta a presentare un nuovo piano industriale che prevede la chiusura di diversi depositi, tra questi c’è anche il vecchio “deposito del Garrittone“, situato nell’area Nord di Napoli. Che piaccia o no, insomma, a breve si aprirà una nuova stagione carica di difficoltà per migliaia di utenti che – in attesa della realizzazione di due rimesse a Miano ed a Chiaiano – dovranno rassegnarsi all’idea di un nuovo deposito, situato a via Nazionale delle Puglie, nel quartiere di Poggioreale.

Inutile, a questo punto, pensare agli ulteriori disagi per migliaia di dipendenti e di utenti che ancora una volta sono costretti a subire le condizioni di un servizio del trasporto pubblico locale, sempre più in evidente difficoltà. I mezzi, nonostante l’ulteriore aumento del costo del biglietto, di fatto continuano a presentarsi in ritardo e in condizioni igieniche precarie.

Sulla questione, mostra particolare attenzione il Laboratorio Insurgencia che tende la mano a quanti, in questi giorni, sono in preda al disagio, chiedendo che il deposito del Garittone resti operativo e si oppone, quindi, all’idea di spostare le vetture adibite al trasporto pubblico nel quartiere di Poggioreale. Sarebbe opportuno, tuttavia, una mobilitazione da parte dei cittadini al fine di impedire un progressivo peggioramento del settore trasporti, non sicuramente facile da sopportare prima per gli utenti e poi per i dipendenti dell’azienda.

La domanda, infine, sorge spontanea: quanto tempo verrà impiegato per la realizzazione dei nuovi depositi? Per il momento, niente è certo. Nessuna informazione è stata data per i modi e i tempi del progetto. L’unica cosa certa sarà, probabilmente, una stagione ricca di stenti e di enorme difficoltà per tutti i cittadini.

FOTO: da anm.it

Lascia un commento

8 + sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.