Nas su bus e treni a Napoli, tracce del virus assenti

L’attività ha interessato le aziende di trasporto ANM, Trenitalia, Eav, Ctp, cooperativa di trasporti, Air Mobilità, l’Autoservizi Meridionali e la compagnia di navigazione Caremar

Sono durati circa una settimana e hanno dato esito negativo i controlli eseguiti dai carabinieri del Nas e dal personale dell’Asl finalizzati a individuare tracce del virus Sars-Cov-2 a bordo dei mezzi pubblici napoletani. Le sei squadre di militari impiegate, 12 uomini in tutto, sono state coordinate sul campo direttamente dal neo comandante del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità Alessandro Cisternino.

Alla fine sono state comminate complessivamente duemila euro di sanzioni per segnaletica assente e per la mancanza, in alcune stazioni, di un numero sufficiente di erogatori di disinfettante. Dalle fine di marzo, e fino a qualche giorno fa, i militari e il personale dell’Asl hanno eseguito dei tamponi sulle superfici presenti a bordo dei mezzi pubblici per rilevare eventuali tracce del virus Oltre un centinaio i test praticati, che hanno dato tutti esito negativo. Il Nas ha controllato complessivamente una trentina di bus, sette treni, un convoglio della funicolare, un traghetto, due stazioni ferroviarie e quattro stazioni della Circumvesuviana. L’attività ha interessato le aziende di trasporto ANM, Trenitalia, Eav, Ctp, cooperativa di trasporti, Air Mobilità, l’Autoservizi Meridionali e la compagnia di navigazione Caremar. I controlli sono stati eseguiti anche per accertare la presenza dei percorsi obbligati, la presenza dei dispenser di gel disinfettante e della segnaletica anti covid.

Lascia un commento

4 + venti =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.