Comunali Napoli 2021, Manfredi: “Io candidato? Il tema è la città, non chi la guida”

Il possibile candidato sindaco del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle si è espresso sul tema delle elezioni comunali a margine di un incontro con Autostrade per la academy della Federico II sul futuro della mobilità

Il tema è la città, non chi la guida. Bisogna mettere quindi Napoli nelle condizioni di poter dare risposte ai suoi cittadini”. A dirlo Gaetano Manfredi, ex ministro del governo Conte 2 ed ex rettore dell’Università Federico II di Napoli, rispondendo a una domanda dei cronisti a margine di un incontro con Autostrade per la academy della Federico II sul futuro della mobilità.

“Il tema non è della politica ma dei cittadini – ha affermato Manfredi –. Noi dobbiamo mettere al centro il bene e l’interesse dei cittadini e il valore che questa città può avere per l’Italia per l’Europa. Se si mette questo al centro, poi il tema di chi la guida diventa secondario. Si parla troppo delle persone e poco di quello che serve alla città”.

Oggi le città rappresentano veramente la sfida del Paese – ha spiegato Manfredi –. Sono le strutture di prossimità, erogano i servizi ai cittadini, guardano al bene comune, all’interesse collettivo e, quindi, non possono essere dimenticate come ha fatto negli ultimi anni la politica nazionale nei trasferimenti e nelle scelte politiche. Napoli – ha proseguito l’ex ministro – purtroppo rappresenta la punta più avanzata del disagio perché la situazione finanziaria del Comune è estremamente difficile e la qualità dei servizi, si vede tutti i giorni, è estremamente bassa. Credo che una città così importante che rappresenta tanto per l’Italia e per il Sud non può essere lasciata sola. Sarebbe un delitto e un grande danno per tutti”.

Dobbiamo inquadrare Napoli in una dimensione europea – ha sostenuto Manfredi –. È stata una grande capitale e deve essere una grande capitale. Quindi, deve guardare a una prospettiva che sia di competizione europea dal lato del suo ruolo produttivo, perché può essere il laboratorio per una nuova dimensione di una città basata anche su tecnologie e capacità di integrare tradizione e innovazione, su una visione di una maggiore sostenibilità, con riferimento anche al turismo”.

“Napoli – ha sottolineato Manfredi – rappresenta una realtà molto importante. Deve essere una città che deve mettere al centro anche il tema del risanamento sociale. Oggi il grande tema dell’Italia sono i divari generazionali, i divari territoriali. E Napoli ne è un esempio. Bisogna partire dalle periferie come grande laboratorio per una città più integrata, con più qualità della vita, benessere, più opportunità per i giovani”.

“Credo che questa sia la sfida – ha concluso l’ex ministro –. Ma Napoli da sola non ce la può fare. Ce la deve mettere tutta, ma deve diventare un simbolo per il Paese ed essere il laboratorio per un nuovo Mezzogiorno”.

Lascia un commento

dodici + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.