Camorristi con il ‘Reddito’, sequestrati 700 mila euro

Sessanta perquisizioni delle fiamme gialle tra Napoli e provincia

Circa 700 mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli nell’ambito di una serie di controlli finalizzati a fare luce sulla percezione indebita del reddito di cittadinanza da parte di persone condannate per camorra. Le fiamme gialle, coordinate dalla Procura di Napoli, hanno eseguito 60 perquisizioni nei confronti di altrettate famiglie aventi tra i componenti persone condannate per reati di tipo mafioso.

Gli indagati, secondo quanto emerso dagli accertamenti, hanno intascato illecitamente il sussidio tra aprile 2019 e aprile 2021.

Sequestrate dai finanzieri anche le carte prepagate utilizzate per l’erogazione del beneficio Le perquisizioni e i sequestri sono stati eseguiti in diverse zone della città di Napoli, tra le quali, Miano, Scampia, Secondigliano, Soccavo, Pianura, Fuorigrotta, Poggioreale e Barra Ponticelli, nonché in altre località della provincia partenopea, tra cui, Ercolano, Portici, Pozzuoli, Qualiano, Melito di Napoli, Casoria e Mugnano di Napoli.

Lascia un commento

13 − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.