Giardini la Mortella, Ischia: violoncello e pianoforte al week end in musica della Fondazione Walton

Proseguono i concerti di musica da camera della Fondazione William Walton nella Recital Hall dei Giardini La Mortella

Sabato 26 e domenica 27 giugno vedrà esibirsi un giovanissimo duo formato dal violoncellista Ettore Pagano e dal pianista Giorgio Lazzari.

Ettore Pagano è nato a Roma nel 2003: frequenta l’Accademia Walter Stauffer di Cremona sotto la guida di Antonio Meneses e fin dal 2013 ha ottenuto primi premi assoluti con relative borse di studio in circa quaranta Concorsi Nazionali e Internazional in vari Paesi europei, Germania, Italia, Lituania, Austria, fra i quali spiccano il primo premio ai Concorsi internazionali Johannes Brahms di Portschach (Austria) e Anna Kull Cello Competition, a Graz (AT), primo premio nel 2019 al Concorso per giovani musicisti indetto dalla Filarmonica della Scala di Milano, ottenendo la Borsa di studio e nel 2020, a soli 16 anni, è stato fra i sette finalisti del Concorso internazionale Senior Antonio Janigro a Zagabria.

Inoltre ha suonato vari concerti per violoncello e Orchestra in Italia e all’estero, ed ha effettuato tournée in Germania e in Italia.

Il pianista Giorgio Lazzari, 21 anni, bergamasco, studia sotto la guida di Maria Grazia Bellocchio. Ha partecipato a Masterclass di pianoforte e musica da camera e si dedica inoltre allo studio del clavicembalo con M. Messori. Si è aggiudicato riconoscimenti in numerosi concorsi pianistici nazionali e internazionali, tra cui il primo premio assoluto al Concorso pianistico “Città di Spoleto”. Attualmente è finalista al “R. Schumann Competition” di Düsseldorf, avendo già ricevuto i premi per le migliori interpretazioni del brano contemporaneo e dell’opera di R. Schumann. Si è esibito in Italia e all’estero, e compare regolarmente in importanti stagioni concertistiche.

Il programma che il duo Pagano-Lazzari presenterà al pubblico della Mortella comprende composizioni di Schumann, Strawinsky, Shostakovich e Franck: di quest’ultimo musicista verrà eseguita la celebre sonata in La maggiore la quale fu composta nel 1886 originariamente per violino e pianoforte: grazie anche alla calorosa accoglienza del pubblico e della critica, ebbe numerosi arrangiamenti per altri strumenti. Questa trascrizione per violoncello fu fatta dal violoncellista Jules Delsart, che rimase molto fedele all’originale guadagnandosi così anche l’approvazione di Franck.

Entrambi i concerti si terranno alle ore 17.00 nella Recital Hall dei Giardini la Mortella.

Lascia un commento

sette − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.