G20, de Magistris: “C’è una certa perplessità nell’affidare la cura e la medicina a chi ci ha portato sull’orlo dell’abisso”

Il sindaco ha parlato del G20 sull’ambiente che si svolge a Napoli il 22 e 23 luglio

“Una transizione ecologica e un altro mondo sono possibili se oggi si cambia completamente rotta ma c’è un po’ di perplessità nell’affidare la cura e la medicina a chi ci ha portato sull’orlo dell’abisso”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando ai microfoni di Rainews24 del G20 su ambiente ed energia che si apre domani in città.

“Ritengo che nel Sud ci siano tanta biodiversità, tanta natura, tanta ricchezza ma anche tanta violenza. Da Napoli, unica città d’Italia ad aver attuato il referendum sull’acqua pubblica, lanciamo un messaggio: nel Pnrr vedo che si finanziano le multinazionali che gestiscono l’acqua e non le città che lo fanno con le mani pulite. Ecco già da qui si deve cambiare rotta”, ha affermato de Magistris riferendo anche che l’Amministrazione comunale, insieme a movimenti, comitati e associazioni ha preparato un documento in cui sono indicate le linee affinchè ci possa essere davvero la difesa dell’ambiente. Rispetto alla questione dell’ordine pubblico per le manifestazioni di protesta che sono previste, il sindaco ha aggiunto: “L’organizzazione della sicurezza è compito del Governo, Napoli è città di pace e stigmatizzo ora per allora la macelleria sociale che venti anni fa ci fu a Napoli e poi a Genova”.

Lascia un commento

tredici + 20 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.