Leicester-Napoli 2-2. Fantastica rimonta degli Azzurri con doppietta di Osimhen

Nel secondo tempo cambi di Spalletti decisivi per acciuffare il pari. Ma forse il Napoli, per la mole di gioco prodotta, avrebbe meritato anche qualcosa in più

LEICESTER (4-3-3): Schmeichel; Castagne, Evans (1′ st Soyuncu), Vestergaard, Bertrand; Perez (1′ st Tielemans), Ndidi, Soumare (33′ st Maddison); Daka (26′ st Lookman), Iheanacho (43′ st Vardy), Barnes. All: Rodgers.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Malcuit (39′ st Juan Jesus), Rrahmani, Koulibaly, Di Lorenzo; Anguissa (39′ st Petagna), Fabian Ruiz, Zielinski (19′ st Elmas); Lozano (19′ st Politano), Osimhen, Insigne (29′ st Ounas). All: Spalletti.

MARCATORI: 9′ pt Perez (L), 19′ st Barnes (L), 24′ st e 43′ st Osimhen (N)

ARBITRO: Martins (Portogallo)

Nella prima gara dei gironi di Europa League il Napoli pareggia 2-2 con il Leicester City al King Power Stadium. I padroni di casa passano in vantaggio al 9′ minuto con Perez per poi raddoppiare nel secondo tempo con Barnes. La formazione di Spalletti, anche grazie ai cambi del tecnico, reagisce da grande squadra e accorcia con Osimhen. Nel finale l’attaccante nigeriano firma anche il gol del pari e il Leicester si ritrova alle corde, ma il Napoli non trova il gol vittoria. Per quanto fatto vedere nel corso dell’intera gara forse la formazione di Spalletti avrebbe meritato qualcosa in più, ma il pari è un risultato d’oro e ci può stare. Quanto al Leicester ha dimostrato di essere una buonissima squadra, non tradendo le aspettative della vigilia. Proprio Napoli e Leicester saranno probabimente le squadre che domineranno il gruppo C, nel quale figurano anche Legia Varsavia e Spartak Mosca. Al momento però la classifica dice Legia Varsavia 3 punti, Leicester e Napoli con un solo punto e Spartak Mosca (sconfitta in casa per 1-0 dai polacchi, ndr) a zero punti.

Piccolo turnover per la formazione di Spalletti, sulla fascia sinistra c’è Malcuit e al centro della difesa a far coppia con Koulibaly c’è Rrahmani al posto di Manolas. Nessuna sorpresa invece per quanto riguarda centrocampo e attacco. Ritmo alto da parte degli inglesi a inizio gara, come del resto ampiamente previsto, il Napoli invece punta sul possesso palla. Nei primi minuti un’occasione gol per la formazione di Spalletti con Osimhen, il portiere Schmeichel rischia di complicarsi la vita ma poi risolve. La formazione di Rodgers va vicino al vantaggio con Barnes ma l’1-0 arriva al 9′ con Perez, che sbuca alle spalle di Malcuit su cross dello stesso Barnes e a tu per tu con Ospina mette la palla in rete.

A inizio ripresa ancora tanto possesso palla da parte del Napoli, che costruisce senza però riuscire a sfondare. Spalletti decide di cambiare qualcosa, spedendo in campo Politano ed Elmas al posto di Lozano e Zielinski. È più pericoloso il Leicester nelle poche occasioni a disposizione e infatti la formazione di Rodgers trova facilmente il raddoppio con Daka, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Neanche 5 minuti dopo altro gol del Leicester, stavolta la formazione di Spalletti si fa trovare scoperta ed è facile per Barnes battere Ospina. Il Napoli reagisce da grande squadra e con uno dei suoi uomini più in forma, Victor Osimhen, trova il gol che accorcia le distanze. Spalletti a quel punto decide di far entrare anche Ounas per un Insigne stanco, scelta che si rivela vincente perché l’algerino con la sua velocità fa il bello e il cattivo tempo a destra come a sinistra. Poi qualche minuto dopo dentro Jesus e Petagna al posto di Malcuit e Anguissa, il Napoli passa al 4-4-2. All’87’ su cross di Politano sempre Osimhen svetta più in alto di tutti e di testa batte Schmeichel. I padroni di casa sono alle corde e il Napoli sfiora il vantaggio con Rrahmani. La formazione di Rodgers finisce la gara in 10 per l’espulsione di Ndidi (già ammonito, ndr). Non c’è più tempo, finisce 2-2 tra Leicester e Napoli. Buona partita degli Azzurri, che hanno dimostrato anche una certa personalità. Ora testa alla gara di campionato con l’Udinese, dove il Napoli andrà a caccia della quarta vittoria di fila in Serie A.

Lascia un commento

14 − otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.