Alla Libreria Feltrinelli: Un’eredità scomoda di Patrizia Milone.

Napoli. Giovedì 20 settembre, alle ore 18, presso la Libreria Feltrinelli in via Tommaso d’Aquino, 70 si presenterà il romanzo “Un’eredità scomoda” di Patrizia Milone (Kairòs Edizioni). All’incontro, moderato da Armida Parisi, interverranno Marco Demarco e Guido Trombetti. Letture di Mariarosaria Riccio. Sarà presente l’Autrice. Evento a cura di Monica Florio.

La scoperta di una misteriosa lettera-confessione, all’interno di un libro antico, fa scattare una narrazione avvincente tra passato e presente. Nel clima austero dell’antica Università napoletana Federico II, i protagonisti del romanzo “Un’eredità scomoda” di Patrizia Milone (Kairòs Edizioni, pp.144, € 14,00) formano una rete di combinazioni dove l’amore e i sospetti su di un ambiguo docente creano un’arroventata suspense. La matassa si trasforma in un intricato labirinto. Il commissario Biondi indagherà coi ferri del mestiere e la sensibilità di chi si trova a investigare in un mondo, quello della cultura universitaria, nel quale si alternano luci e ombre. Dove il movente del male spesso si annida nei luoghi oscuri dell’animo umano.

Amore, morte, amicizia e tradimento. Tutto nel meccanismo di una trama che coinvolge il lettore, lo trascina e lo rende protagonista all’interno della scena, verso un finale spiazzante e risolutorio.

Patrizia Milone, docente di materie letterarie nella scuola superiore, ha pubblicato testi di narrativa per ragazzi, editi dalla casa editrice Loffredo di Napoli: “Una lettera rivoluzionaria” (la rivoluzione partenopea del ’99 vissuta da una ragazza che diventerà giornalista de “Le monitor”) e “Le ragioni di Carla” (la scoperta drammatica e casuale di essere una ragazza adottata attraverso gli occhi della protagonista). Ha collaborato con il comitato di lettura della casa editrice “L’isola dei ragazzi” di Napoli e a incontri di scrittura creativa tenuti dal laboratorio “Scrivo quindi… sono”, organizzati da Annella Prisco e da Lorenza Rocco.

Lascia un commento

dieci − 9 =