Positano. XXI edizione della Festa del Pesce. NApoliEXtraCOmunitaria e la sfilata de ‘O Pazzariello.

Nell’ambito della XXI edizione della Festa del Pesce, che si terrà a Positano sabato 29 settembre, a fare da magica cornice all’evento sarà anche quest’anno la spiaggia del Fornillo; la manifestazione unica in costa d’Amalfi nel suo genere prevederà, a partire dalle ore 19.00, la distribuzione sugli stabilimenti balneari di piatti a base di pesce preparati da vari ristoranti di Positano ed un corollario di eventi musicali e spettacoli che coinvolgeranno i partecipanti in un vortice di allegria e divertimento.

In piazza dei Mulini, dalle ore 17.30, ci sarà la sfilata de ‘O PAZZARIELLO, a cura di NApoliEXtraCOmunitaria ovvero la famiglia Terracciano, gruppo che nasce alla fine del 1995, affonda le proprie radici nella cultura contadina e popolare dell’hinterland vesuviano che costituisce l’humus dal quale trae origini il sistema di valori che ha fatto proprio.

Nella zona vesuviana la cultura popolare è ben viva e lo scopo di NA. EX. CO. è quello di restituire alla vita suoni, musiche, melodie e personaggi del passato oltre ad essere una open-band di musicisti che salgono su questo treno in corsa per ogni volta una nuova grande avventura musicale e non solo. Spinti dall’esigenza di coniugare, tramite la musica, il mondo della tradizione con l’attualità del presente e muovendo dalla consapevolezza degli idiomi tradizionali e dal rispetto del loro significato culturale, il gruppo propone oltre ad un lavoro musicale, che unisce i linguaggi espressivi della tradizione orale e quelli legati alla modernità, anche personaggi popolari quali: ‘O Pazzariello e Pullecenella cetrulo.

O PAZZARIELLO, interpretato da Pasquale Terracciano, fondatore storico de ‘E Zèzi; attualmente front-man, voce e tammurraro dei NApoliEXtraCOmunitaria , in abito sgargiante, da grande ammiraglio, con alamari e feluca, impugna, una specie di scettro, contornato da una banda di suonatori destinati, essenzialmente, a fare chiasso e ad attirare l’attenzione del popolo dei vicoli; ma il cerimoniale non è sempre uguale e le trovate, le battute, i motti di spirito, sono affidati alla fantasia ed alla creatività di quest’autentico virtuoso.

Dopo qualche metro di parata a ritmo di tarantella, accompagnata da grancassa e rullante, eccolo impegnato in un baciamano a qualche gentile passante, poi intento nel farsi toccare il cornetto da qualche compiacente signora ed ancora snocciolare qualche rima urlante dialetto napoletano, sfilerà con i suoi musicisti, per le stradine di Positano ballando ed interagendo con i numerosi ospiti presenti per salutare la stagione appena conclusa e arrivati al Molo della Spiaggia Grande dove, chi non vuole farsi la breve passeggiata di Via Positanesi d’America, potrà essere trasportato, gratuitamente, via mare fino alla Spiaggia del Fornillo.

Lascia un commento