Grandissima partecipazione allo sciopero delle telecomunicazioni: 80% la percentuale dei lavoratori aderenti.

Napoli, 17/09/2012. In conseguenza del blocco delle trattative per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Telecomunicazioni, oggi a Napoli, in concomitanza dello sciopero nazionale di 8 ore, si è tenuta una grande manifestazione regionale che ha visto una straordinaria partecipazione con l’80% degli scioperanti e punte vicine al 100% in call center come Almaviva, Visiant e Telecontact.

Il Segretario Cgil Napoli Gianluca Daniele, ha così dichiarato: “La straordinaria partecipazione allo sciopero di stamane, rappresenta lo stato di frustrazione dei lavoratori e delle lavoratrici delle Telecomunicazioni in Campania per il mancato rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. Siamo convinti che dopo la giornata di oggi le imprese terranno conto dello sciopero e daranno risposte sulle questioni aperte: recupero dell’inflazione e del potere di acquisto, inserimento di una clausola sociale per i cambi di appalto, tutela contrattuale per l’intera filiera a partire dai lavoratori a progetto. Inoltre, abbiamo ritenuto opportuno coinvolgere le istituzioni locali, in primis la Regione Campania, affinché si apra un tavolo permanente su temi fondamentali per lo sviluppo della nostra regione: le infrastrutture immateriali, a comunicare dalla rete di nuova generazione (NGN), l’utilizzo dell’agenda digitale prevista in sede europea e lo sviluppo del settore dell’Information and comunication Technology in grado di assicurare occupazione di qualità”.

Durante il presidio le Segreterie Regionali hanno incontrato il capogruppo alla regione del PD Giuseppe Russo e, in pomeriggio, l’Assessore Regionale al Lavoro Severino Nappi con il quale hanno discusso del futuro e delle prospettive dei migliaia di lavoratori del settore delle Telecomunicazioni operanti in Campania.

Lascia un commento

14 + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.