Meningite su nave da crociera MSC. Distribuire 2800 dosi di antibiotici per la profilassi preventiva.

È di nuovo panico su una nave da crociera italiana, questa volta la paura nasce sulla MSC Orchestra per un contagio da meningite. Domenica 7 ottobre, intorno alle ore 16, gli operatori sanitari a bordo della nave comunicavano del possibile contagio all’ USMAF (Ufficio di Sanità Marittima e Aerea) di Livorno, porto presso il quale aveva attraccato la nave giunta da Napoli.

I medici dell’ USMAF saliti a bordo hanno immediatamente disposto il ricovero di due uomini dell’ equipaggio che presentavano i sintomi di una meningite batterica ai quali se ne sono aggiunti successivamente altri due. Per i quattro membri dell’ equipaggio ricoverati all’ospedale di Livorno, è confermata la diagnosi di meningite meningococcica.

Particolarmente gravi le condizioni dell’uomo indonesiano, che per uno choc settico sarebbe in fin di vita. Ricoverato con lui nel reparto di rianimazione anche un italiano, di Sorrento, le cui condizioni sarebbero comunque gravi ma sotto controllo. Si trovano invece al reparto di malattie infettive gli altri due, un brasiliano e un filippino.

La meningite meningococcica è una malattia batterica acuta con esordio improvviso, il contagio avviene per contatto diretto con persone infette e i sintomi sono febbre alta, forte mal di testa e rigidità nucale. In Italia l’uso preventivo del vaccino nell’infanzia ha ridotto significativamente il diffondersi della malattia rispetto ad altri paesi, e in caso di contagio, se diagnosticata e curata in tempo, non comporta complicazioni preoccupanti, anche se la malattia risulta avere comunque una incidenza letale del 5-10%.

I membri dell’equipaggio colpiti da meningite, a bordo della nave svolgevano attività che non prevedevano contatti diretti con i passeggeri, e per tal motivo, l’USMAF rassicura, spiegando che è improbabile il diffondersi del contagio. In misura preventiva sono comunque state date indicazioni per l’isolamento e la profilassi per coloro che sono stati a stretto contatto con gli infettati, ed è stata inoltre disposta la sorveglianza sanitaria,  per sette giorni, per tutti i 975 membri dell’equipaggio e per i 2200 passeggeri, anche quelli sbarcati nei giorni precedenti a Catania e Napoli.

L’ASL di Livorno si è prodigata prontamente per reperire e distribuire 2800 dosi di antibiotici per la profilassi preventiva. La MSC Orchestra, proveniente dal porto di Napoli, aveva sbarcato a Livorno buona parte degli ospiti, ed è ripartita come da programma, con qualche ora di ritardo, per Villefranche in Francia, completando il tour verso Valencia, Ibiza, Tunisi, Catania, Napoli per poi concludere a Livorno.

Lascia un commento

sei + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.