Al giapponese Shinya Yamanaka il Premio Nobel per la Medicina 2012.

Il Premio Nobel per la Medicina 2012 è stato assegnato lunedì 8 ottobre al britannico John Gurdon e al giapponese Shinya Yamanaka per la scoperta delle cellule staminali riprogrammate, scienza che ha dato il via alla medicina rigenerativa e che ha trovato applicazione in diversi tipi di interventi chirurgici.

Il Premio Nobel per la fisiologia o medicina è stato previsto nel testamento di Alfred Nobel del 1895, e fu conferito la prima volta nel 1901 ad Emil Adolf Von Behring per le sue scoperte dei sieri antidifterico e anti-tetanico. A differenza degli altri Premi Nobel, assegnati dalla Accademia Reale Svedese delle Scienze, questo viene deciso dal Karolinska Institutet.

Il ricercatore John Gurdon è stato tra i primi ad effettuare studi sulle cellule staminali e la sua scoperta più importante del 1962 stabilì la capacità della cellula adulta di “perdere la sua identità” per essere riprogrammata. Si era trovata la prova che il DNA di una cellula matura ha tutte le informazioni necessarie per dar vita a qualsiasi tipo di cellula presente nell’organismo.

Dopo tanti anni di ricerche in tutto il mondo, nel 2006 è il Professor Shinya Yamanaka a dare la svolta, con una tecnica che permette di riprogrammare le cellule adulte e già differenziate. Le nuove cellule staminali pluripotenti indotte o IPS, vengono ottenute da fibroblasti umani (cellule del tessuto cutaneo), a differenza degli studi precedenti che implicavano l’uso di cellule embrionali, superando così i problemi etici che si erano creati su questo argomento; Basti pensare alle tante discussioni sulla clonazione umana.

Il comitato scientifico che ha conferito il Nobel ha espresso come motivazione la capacità degli studi dei due ricercatori di “rivoluzionare la nostra conoscenza su come si sviluppano le cellule e gli organismi. Con la riprogrammazione delle cellule umane, si sono create nuove opportunità di studio delle malattie e di sviluppo dei metodi per la diagnosi e la terapia”.

Lascia un commento

dodici + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.