Un weekend a Città della Scienza, tra scoperte scientifiche e attività ludiche.

Il prossimo weekend, venerdì 19 – sabato 20 e domenica 21 ottobre, Città della Scienza prevede alcuni eventi di particolare interesse. In occasione dei venerdì di Futuro Remoto, il 19 la mostra fa da sfondo ad un evento speciale con il professore di Filosofia della Scienza, all’Università degli studi di Milano Bicocca, Telmo Pievani, che nell’incontro La Terra non è più sola (sala Einstein, ore 19) illustrerà ciò che le nuove scoperte scientifiche hanno dimostrato.

Dall’ipotesi non più irrealistica della panspermia al ruolo di comete e asteroidi nelle estinzioni di massa, oggi sappiamo che importanti fattori cosmologici hanno influenzato l’evoluzione della vita sulla Terra. Al contempo, è stato proprio il miglioramento delle conoscenze dei meccanismi evolutivi sulla Terra a permetterci di affinare gli strumenti per la ricerca di forme di vita su altri pianeti: in particolare, grazie alla scoperta sulla Terra di archeobatteri capaci di sopravvivere in condizioni estreme e alla comprensione dei meccanismi di interazione fra atmosfera, biosfera e geosfera.

Mentre l’esobiologia maturava come disciplina autonoma, sono arrivate le prime appassionanti osservazioni di pianeti extrasolari (che oggi si contano a centinaia) e fra questi di alcuni che rientrano nella sottile fascia di possibile “vivibilità”. Dunque, la Terra ha perso il primato della vita, non è più la sola generatrice di vita nell’universo, e d’altra parte quest’ultimo non si presenta più ai nostri occhi come un cosmo freddo e ostico.  Pertanto, questo è un incontro rivolto a chiunque e da non perdere assolutamente.

Sabato 20 e domenica 21 ottobre, Casa Berna è ospite della mostra Futuro Remoto, in piazza della Ciminiera. Numerose sono le attività e i laboratori, gratuiti e rivolti a tutti: si distribuirà latte e si scatteranno foto ricordo.

Domenica 21 Città della Scienza accoglie le associazioni ASOIM e CERM (Centro Rapaci Minacciati), le quali si interessano di ornitologia. Il tema è quello delle migrazioni di uccelli, il cambiamento delle rotte e l’utilizzo delle nuove tecnologie, come ad esempio i satelliti o le piccole trasmittenti, nell’osservazione dei voli di ogni uccello. Apre la manifestazione Maurizio Fraissinet, dell’associazione ASOIMalle 16.00;  alle 16.30 si prosegue con Guido Ceccolini, Associazione CERM, infine, la giornata si conclude con Danila Mastronardi (ASOIM).

Lascia un commento

sedici − 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.