“Cinema e Scienza” a Futuro Remoto 2012 la versione restaurata del film “Le Voyage dans la Lune”

Napoli 26 ottobre 2012. Presso Città della Scienza nell’ambito della rassegna Futuro Remoto è stato proiettato, in collaborazione con l’Institut Français de Naples, la versione restaurata del film “Le Voyage dans la Lune” in italiano “Viaggio sulla Luna” (1902) di Géorgès Melies, tratto dal libro di Jules Verne: Dalla Terra alla Luna.

Fu il primo film di 14 minuti quando all’epoca i film duravano non più di due minuti, considerato il primo film di fantascienza e rappresenta una vera rivoluzione in cui il regista esprime tutta la sua istrionica fantasia.  Sperimentando alcune tecniche cinematografiche che in seguito saranno largamente usate, come ad esempio le sovrimpressioni, i montaggi e le dissolvenze, il filme è un pezzo di storia della cinematografia internazionale.

L’evento è stato frutto della collaborazione tra l’Istituto Francese di Napoli ed il corso di compostone del Conservatorio di Musica San Pietro a Maiella sotto la guida del maestro Gaetano Panariello. La colonna sonora suonata dal vivo dall’orchestra del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli con musiche composte per questo evento dai musicisti: Cosimo Lingardo – contrabbasso, Salvatore della Vecchia – mandolino, Ivano Leva e Antonio Annibali Corona – tastiera e computer.

Il professor Guglielmo Tamburrini professore di Logica e Epistemologia e Metodologia presso l’Università Federico II di Napoli ha introdotto la serata attraverso l’incontro “In ricordo di Alan Turing” nel centenario della nascita, descrivendo la figura del matematico, logico, crittografo britannico, considerato uno dei padri dell’informatica e uno dei più grandi matematici del XX secolo, inventore della Macchina Universale nel 1936 per decriptare i messaggi cifrati. Con il suo lavoro frutto della ricerca guidata dalla curiosità pura, ha posto le basi per la creazione di macchine intelligenti che avranno un notevole impatto sia sulle nostre vite che sulla scienza e la tecnica.

Il suo genio e la sua mente superiore sono state interrotte dal suo lato più fragile, quello umano della sua omosessualità, penalmente perseguitata ai suoi tempi. Dopo l’intervento del prof. Tamburini si è assistito alla proiezione del film “Viaggio sulla Luna” e successivamente a quello del regista Micheal Apted “Enigma” ispirato alla storia vera del matematico e precursore del computer Alan Turing, anche se nel film non è mai citato. L’evento è stato organizzato dalla Fondazione Idis in collaborazione con Confederazione degli Studenti.

Lascia un commento

15 − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.