Non rispetta il codice della strada: il Sindaco de Magistris se la prende con i politici

Domenica 15 gennaio sul quotidiano La Repubblica di Napoli, è apparso un articolo dal titolo: “Il sindaco va ad inaugurare la mostra e lascia l’auto blu in divieto di sosta” . E’ una notizia che ha sollevato numerose critiche sia dai cittadini sia dallo stesso Sindaco De Magistris: “Sulla mia auto di scorta attacco strumentale” , questa è la frase che è stata pubblicata da Luigi de Magistris Sindaco per Napoli – pagina ufficiale il giorno domenica 15 gennaio 2012 – “Il sindaco non può avere nessuna responsabilità in merito alla gestione della propria autovettura di scorta. La scorta di un personaggio ritenuto a rischio e la sua autovettura di servizio devono essere costantemente vicini alla persona stessa oggetto della misura di protezione.”

Il Sindaco lamenta una mirata intenzione politica dei partiti di volerlo attaccare strumentalizzando materie e circostanze rispetto alle quali non ha alcuna responsabilità. In questi giorni, al Sindaco, è stata potenziata la scorta ma ancora non ha reso noto ai cittadini la motivazione in merito a questo provvedimento. Infatti è proprio questo il motivo sul quale si concentrano dubbi e perplessità. I cittadini si chiedono il perchè proprio il Sindaco –  che ha proclamato un gran cambiamento in merito ai mezzi di trasporto per tutti i componenti delle Istituzioni – esortando i suoi collaboratori ad usare la bicicletta, proprio lui si concede le auto blu dello Stato con tanto di aggiunta di scorta. Il problema sta, prevalentemente, in un errore di comunicazione. Il cittadino ha diritto di sapere cosa sta accadendo.

In merito a ciò che riguarda la scorta, possiamo presumere che ci siano state pressioni da parte della malavita locale. Più che giusto che un ex Magistrato cauteli la propria persona ma non si lasci trasportare dalla collera se la Città si chiede perchè proprio il Primo cittadino non rispetti il regolamento stradale. In conclusione, leggiamo sul comunicato ufficiale, la rabbia e la preoccupazione che il Sindaco De Magistris rivolge a chi usa qualsiasi pretesto per attaccare questa nuova Amministrazione. Parole dure e molto critiche rivolte ai media: lamenta una scarsa attenzione in merito a come sta governando la Giunta e di come sta cambiando Napoli. Si legge una frase cardine nel comunicato: “Evidentemente stiamo rompendo un sistema che va oltre il quadro esclusivamente politico, quello stesso sistema che ‘chi’ aveva il dovere di denunciare e scardinare non ha denunciato ne scardinato”

Quello che – comunque – ancora non è chiaro ai cittadini è la statistica in merito a cosa è stato fatto di concreto finora. I numeri non permettono di poter esaltare un operato tutt’ora in corso, il “vento arancione” ancora non ha concretizzato i proclami fatti nel corso delle elezioni.  Non ci resta che attendere e sperare che non siano stati solo proclami:  quindi attendiamo.

3 thoughts on “Non rispetta il codice della strada: il Sindaco de Magistris se la prende con i politici

  1. Purtroppo nell’ennesima fase storica napoletana stiamo aspettando qualcosa che probabilmente non avverrà mai, ma per un semplice “piccolissimo” motivo, per cambiare una città malata bisogna cambiare i cittadini ed i cittadini vanno cambiati facendo partire un lungo processo di civilizzazione.
    Noi napoletani abbiamo tantissimi pregi, ma un grosso, grossissimo difetto, che è quello di riuscire a distruggere qualunque cosa buona ci cresca intorno, quindi in questo caso che non è ancora stato creato nulla, la situazione è ancora peggiore!
    Mi auguro che prima o poi il buonsenso civico possa crescere ed insieme ad esso possa tornare a splendere la maestosità culturale della nostra amatissima città.

    Cordiali Saluti
    Carlo Lilllini

  2. Purtroppo nell’ennesima fase storica napoletana stiamo aspettando qualcosa che probabilmente non avverrà mai, ma per un semplice “piccolissimo” motivo, per cambiare una città malata bisogna cambiare i cittadini ed i cittadini vanno cambiati facendo partire un lungo processo di civilizzazione.
    Noi napoletani abbiamo tantissimi pregi, ma un grosso, grossissimo difetto, che è quello di riuscire a distruggere qualunque cosa buona ci cresca intorno, quindi in questo caso che non è ancora stato creato nulla, la situazione è ancora peggiore!
    Mi auguro che prima o poi il buonsenso civico possa crescere ed insieme ad esso possa tornare a splendere la maestosità culturale della nostra amatissima città.

    Cordiali Saluti
    Carlo Lilllini

  3. Condivido in parte la tua analisi Carlo. Tu sei cittadino napoletano e non mi sembra proprio che tu debba essere cambiato. Hai un buonsenso da fare invidia! Le tue sono parole dettate dal cuore di chi ama la propria Città ma soffre per una situazione che sembra non voglia evolversi. Ricorda: “Nulla di grande è stato fatto al mondo senza il contributo della passione” (Hegel) Credo che tu ne abbia molta. Attiviamoci!
    Grazie per il commento 🙂

  4. Condivido in parte la tua analisi Carlo. Tu sei cittadino napoletano e non mi sembra proprio che tu debba essere cambiato. Hai un buonsenso da fare invidia! Le tue sono parole dettate dal cuore di chi ama la propria Città ma soffre per una situazione che sembra non voglia evolversi. Ricorda: “Nulla di grande è stato fatto al mondo senza il contributo della passione” (Hegel) Credo che tu ne abbia molta. Attiviamoci!
    Grazie per il commento 🙂

  5. Carlo,piangersi addosso nn aiuta a crescere,pensiero e azione…ricordalo,sono le uniche cose che ti fanno esistere e costruire…noi napoletani siamo come gli ippopotami,buoni,grossi e lenti,ma piano piano ci arriviamo alle cose…. ;-). Fidati.

  6. Carlo,piangersi addosso nn aiuta a crescere,pensiero e azione…ricordalo,sono le uniche cose che ti fanno esistere e costruire…noi napoletani siamo come gli ippopotami,buoni,grossi e lenti,ma piano piano ci arriviamo alle cose…. ;-). Fidati.

Lascia un commento