“Pirati” informatici alla Michelangelo? No, ladri di futuro.

Furto di computers alla Michelangelo.

Bagnoli, 20 novembre. Sono in corso, presso la Michelangelo, scuola secondaria di primo grado di via Ilioneo a Bagnoli, i rilievi della scientifica per un furto eseguito in nottata presso l’istituto. Un intero laboratorio informatico è stato razziato ed i computers appena installati portati via dai soliti ignoti. La fame di lavoro e la crisi economica che attanaglia il nostro Paese fanno sentire il loro effetto pesantemente su chi ha fame di sapere e di conoscenza. Ora, in un momento di forti tagli ai bilanci del settore pubblico la domanda che sorge spontanea tra i genitori degli alunni è: riusciranno mai i ragazzi della Michelangelo a riavere il loro laboratorio informatico? Ovviamente i ragazzi sono stati rispediti a casa per lasciar lavorare le forze dell’ordine nella ricerca di qualche traccia che possa ricondurre agli autori del furto. Speranze fievoli, come sempre accade in questi casi.

One thought on ““Pirati” informatici alla Michelangelo? No, ladri di futuro.

  1. La preside ha sbagliato, doveva chiudere il cancello ed impedire a 600 alunni di entrare. SOno stati ammassati nella palestra e nell’auditorium. Le mamme sono state informate dai ragazzi mediante i cellulari e li hanno ritirati dopo poco. Ma per la maggior parte la scuola ha telefonato a tutti i genitori. Se avessero chiuso i cancelli non facevano prima?

  2. La preside ha sbagliato, doveva chiudere il cancello ed impedire a 600 alunni di entrare. SOno stati ammassati nella palestra e nell’auditorium. Le mamme sono state informate dai ragazzi mediante i cellulari e li hanno ritirati dopo poco. Ma per la maggior parte la scuola ha telefonato a tutti i genitori. Se avessero chiuso i cancelli non facevano prima?

  3. La preside ha sbagliato, doveva chiudere il cancello ed impedire a 600 alunni di entrare. SOno stati ammassati nella palestra e nell’auditorium. Le mamme sono state informate dai ragazzi mediante i cellulari e li hanno ritirati dopo poco. Ma per la maggior parte la scuola ha telefonato a tutti i genitori. Se avessero chiuso i cancelli non facevano prima?

Lascia un commento

otto + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.