Via libera per la firma dei contratti per 320 maestre precarie. Si riaprono le mense dei bimbi delle materne.

Dopo la protesta delle mamme di Napoli lo scorso 10 novembre per la partenza delle mense con il relativo orario prolungato, tra giovedì e sabato saranno firmati tutti i contratti di assunzione delle 320 maestre precarie che permetteranno la partenza definitiva il tempo pieno nelle scuole materne napoletane.

Il sindaco Luigi De Magistris ha rassicurato dicendo: “’Noi garantiremo i servizi e arrivare a questo risultato e’ stata una lotta per cercare di difendere i diritti costituzionali che il Governo vorrebbe ci mettessimo sotto ai piedi. E’ una vergogna”. Sottolinea de Magistris : “i fondi ci sono e i contratti tra due giorni. La scuola pubblica e’ salva grazie a quei dipendenti pubblici e ai sindacati che ci hanno creduto, e grazie all’Amministrazione. Chi e’ venuto qui pensando di fare politica mettendosi un altro vestito ha sbagliato indirizzo“.

Una battaglia per il rafforzamento della scuola pubblica che, ha dichiarato de Magistris : “porteremo a Roma. Il governo ci aveva detto di tagliare i servizi, chiudere asili e scuole. Questo noi non lo abbiamo accettato e abbiamo portato avanti atti coraggiosi e ci assumiamo le nostre responsabilità perchè lavoriamo nell’interesse dei cittadini con le mani pulite, mentre questo Governo per la città non ha fatto nulla se non chiacchiere”. “Il sindaco – aggiunge de Magistris – viene votato per difendere gli interessi dei cittadini. Tra questi ci sono assolutamente la scuola pubblica e i diritti costituzionali”.

Le affermazioni sono successive alla decisione di revocare il contratto al prefetto Silvana Riccio a fronte di un “comportamento illogico, contraddittorio e sbagliato” come ha dichiarato il sindaco, circa il comportamento di rifiuto da parte del prefetto di firmare la delibera per l’assunzione delle maestre precarie consentendo il tempo pieno nella scuola pubblica.

Lascia un commento

8 + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.