Nasce la “Compagnia Stabile Napoletana”. Dal 19 gennaio al Teatro Totò con “Nanà il musical”.

Stamattina alle 12 si è svolta la conferenza stampa di presentazione della “Compagnia Stabile Napoletana” e dello spettacolo “Nanà, il musical – ovvero intricata storia di palle, pallottole e preghiere”. Gaetano Liguori, Direttore Artistico del Teatro Totò e Caterina De Santis e il Direttore artistico del Teatro Bracco, hanno annunciato la nascita della “Compagnia Stabile Napoletana” nata dalla collaborazione del Teatro Bracco con il Teatro Totò. Nonostante la crisi investa anche il settore teatrale, il  Totò è riuscito a raggiungere la ragguardevole cifra di ben 2600 abbonati, un risultato importantissimo che colloca lo stesso tra i teatri più seguiti della città.

Nonostante questo successo Gaetano Liguori ha lanciato un accorato appello alla stampa e al popolo affinchè si rimarchi l’importanza anche sociale di tale luogo. La sua collocazione, infatti, a pochi passi dal quartiere Sanità, lo rende uno strumento di aggregazione e di vivibilità  per i cittadini. E proprio in tale ottica rientra la politica dei prezzi che accompagna il progetto: in qualunque teatro si esibirà la Compagnia, il prezzo del botteghino non sarà mai superiore ai 15 euro. Ciò va decisamente in controtendenza rispetto alle cifre a volte astronomiche praticate in altri luoghi di divertimento (si pensi non solo al teatro ma al costo di un qualsiasi evento musicale).

Le produzioni inoltre tenderanno  ad aumentare l’occupazione. Esse saranno tese a dare lavoro agli attori napoletani e in tal senso si attingerà soprattutto al Laboratorio del Teatro Totò, la più frequentata scuola di recitazione del Sud Italia. Nel corso della conferenza stampa è stato presentato – in modo assolutamente originale –  lo spettacolo “Nanà, il musical – ovvero intricata storia di palle, pallottole e preghiere”. Gli attori in costume hanno rappresentato  in scena alcune delle parti più significative dello spettacolo dando vita ad un vero e proprio trailer teatrale.

Il direttore artistico Gaetano Liguori – con impareggiabile modestia – ha dichiarato che tale spettacolo ha la sola pretesa di far ridere. In base a quanto visto ci sentiamo in dovere di dissentire da queste sue parole. Puro divertimento s,i ma mai fine a se stesso. La storia offre diversi spunti di riflessione, anche amara. Non vogliamo però anticiparvi nulla sull’ intreccio affinchè non perdiate il gusto della sorpresa. Ci limitiamo a elencarvi alcuni protagonisti della pièce: Caterina De Santis, Davide Ferri, Rosario Verde, Umberto Bellissimo. La produzione è del Teatro Bracco, la direzione è affidata a Gaetano Liguori. Lo spettacolo si terrà dal 19 al 29 gennaio al Teatro Totò.

Lascia un commento

dodici + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.