Pillole di calcio. Napoli – Pescara.

Il Napoli schianta il Pescara 5-1 e non perde terreno dalla Juventus capolista vittoriosa nel derby contro il Torino. Doppiette di Cavani e Inler e gol di Hamsik. Prova maiuscola, consueti sbandamenti e cali di tensione, aiuti arbitrali e tanto bel calcio.

FORMAZIONE. Il Napoli senza Pandev, Maggio e Campagnaro contro un Pescara iperdifensivo che prova ad affidare le ripartenze al talentino Weiss, slovacco classe 89 da tener presente in chiave mercato. I sostituti: Insigne gioca bene nonostante i compagni di reparto lo ignorino, Mesto non fa niente perché non capisce quando attaccare e quando difendere (vedi gol del Pescara) e Britos perde il diretto avversario solo due volte in 90 minuti. Ma il Pescara è così poca cosa che nessuno se ne accorge.

PERIN. Il portiere del Pescara ha appena compiuto 20 anni, ha una quindicina di presenze in Serie A e buona reattività nelle collusioni ravvicinate. Sui tiri dalla media e lunga e distanza è inguardabile: il Napoli lo sa e nel primo quarto d’ora tira tantissimo da fuori. E in questo modo si ritrova sul 2 a 0. Se ci aggiungiamo che la difesa abruzzese resiste alle incursioni centrali come un gelato a ferragosto fuori dal frigo capiamo che non c’è partita.

TESTA. Eppure il Napoli smette di giocare dopo il doppio vantaggio e lascia l’iniziativa al redivivo Pescara trascinato in alto da Weiss e da Modesto. Dall’altro lato Cavani spreca l’impossibile e sembra non in giornata, ma, in Serie A, quest’anno, un attaccante che quando non è in giornata fa comunque una doppietta non ce l’ha nessuno.

INTERVALLO. Il Mazzarri furioso che sbraccia e urla davanti alla sua panchina si sfoga nell’intervallo urlando contro i suoi e riesce a svegliare gli azzurri da un pericolosissimo torpore che puzza di rimonta. E subire la rimonta da quel Pescara sarebbe stata una beffa enorme.

SECONDO TEMPO. Il Napoli riprende a giocare e non c’è scampo per il Pescara: Cavani due volte e ancora Inler fanno manita. Il Matador ha tirato 13 volte verso la porta di Perin e per uno dei primi 6-7 attaccanti al mondo è quasi strano che abbia fatto solo due gol.

INLER. E’ il migliore i campo. “Più dei due gol, un altro numero la dice lunga sulla sua partitona: tocca 120 palloni. Fate conto che in questa graduatoria il secondo è Hamsik con 85 tocchi” (la pagella della Gazzetta dello Sport).

PERUZZO. Fa del bene al Napoli con il rosso esagerato a Bocchetti (il rigore c’era, ma il rosso è fuori luogo) e non vedendo il rigore (con annessa sanzione a Cannavaro) su Bjarnason. A uomini pari il Napoli era sul 2 a 1. Per gli arbitri è il weekend della sudditanza psicologica.

CLASSIFICA. C’è un dato mostruoso: 12 punti in più su 15 giornate rispetto all’anno scorso. Mancano quattro giornate al giro di boa e si comincia con la supersfida di domenica 9 contro l’Inter (a meno due in classifica) a San Siro. Mazzarri e Stramaccioni si sono detti entrambi molto curiosi su come andrà a finire.

Lascia un commento

diciannove − otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.