Regione Campania, approvata la Legge regionale di riordino del Turismo, attesa da trent’anni

Approvata, il 4 dicembre scorso, nel corso della seduta di Commissione, la Legge regionale di riordino del Turismo.

“Il vicepresidente della giunta regionale della Campania con delega al Turismo e ai Beni Culturali, Giuseppe De Mita, ed il presidente della III commissione consiliare Giovanni Baldi, esprimono soddisfazione per il risultato raggiunto”, riferisce il comunicato stampa della Regione Campania. La Commissione, a seguito del lungo lavoro svolto negli ultimi mesi da parte dell’apposita sottocommissione, “Ha licenziato il testo unitario e condiviso che adesso è pronto per l’esame da parte dell’aula”.

“Si tratta di una legge inedita nel nostro Paese, rispetto a quelle che si sono avute in questi ultimi venti anni in Italia.” Questo il commento di Giuseppe De Mita, rilasciato in occasione del workshop territoriale – Sistema turismo in Campania: innovazione, economia, futuro – che si è tenuto il 7 dicembre, promosso dall’assessorato al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania, e svoltosi al Museo Diocesano di Salerno (vai all’articolo). “La novità principale”, prosegue il vicepresidente, “È quella di aver definito un modello di organizzazione assegnando competenze esclusive a ogni livello istituzionale, dando una grande autonomia alle realtà locali. In futuro, le aziende di soggiorno e gli Ept (Ente Provinciale Turismo) verranno sciolti. Questo è un modello che noi ereditiamo dal fascismo, da allora ad oggi, noi non abbiamo avuto altri modelli. Questo è il segno di come il Turismo, in Italia, non sia mai stato percepito come elemento trainante. I soggetti di riferimento saranno i Poli Turistici locali, le aggregazioni pubblico-private e l’Agenzia regionale per la promozione del Turismo e dei Beni Culturali della Campania, con competenze definite, senza alcun accavallamento.” (Fonte: LaCittàSalernogelocal).

Il raggiungimento di questo risultato è un passaggio chiave per il turismo, ma, come sottolineano il vicepresidente De Mita ed il presidente Baldi, è auspicabile che, in tempi rapidi, “Si possa arrivare all’approvazione da parte del Consiglio regionale di una legge, attesa in Campania, da circa trent’anni.”

FOTO: tratta da napoliturismo.it

Lascia un commento

3 × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.