Calcio scommesse, al Napoli due punti di penalità. Sei mesi a Cannavaro.

calcio-scommesseSentenza della Commissione disciplinare Figc (Federezione Italiana Giuoco Calcio) per il processo sportivo relativo alla partita con la Sampdoria: l’ex portiere Gianello squalificato per tre anni e tre mesi, sei mesi anche a Grava.

ROMA – Anticipazioni confermate: Due punti di penalizzazione al Napoli, 6 mesi di squalifica al capitano Paolo Cannavaro e al veterano Grava per omessa denuncia, 3 anni e 3 mesi all’ex portiere Gianello che, aveva ammesso di aver proposto ai due compagni, ricevendo in cambio un netto rifiuto, la combine di Sampdoria-Napoli del maggio 2010. La commissione Disciplinare della Federcalcio non fa sorprese, sconfessando le richieste di Palazzi, con una sentenza che fa infuriare il club partenopeo, già pronto a chiedere i danni.

Penalizzazioni e squalifiche effettive da subito: il campionato del Napoli, sconfitto domenica sera dal Bologna, si trasforma in un incubo: senza il proprio capitano e con due punti in meno in classifica che retrocedono la squadra al quinto posto a 10 punti dalla vetta. Una mazzata terribile, che ha già spinto il legale del club, Mattia Grassani a ventilare “La possibilità di chiedere un risarcimento danni”. Ma il verdetto della Commissione presieduta dal giudice Artico segna soprattutto il ripristino della responsabilità oggettiva oltre ad un nuovo, durissimo schiaffo, alla Procura Federale. Palazzi si era accontentato di chiedere un solo punto di squalifica per il club, puntando invece ad ottenere 9 mesi di stop per i giocatori Cannavaro e Grava, quasi in ossequio agli intendimenti della Lega Calcio che preferirebbe inasprire le sanzioni per i giocatori preservando le squadre. Il “no” della Disciplinare con aggravio della sanzione, rappresenta forse, a livello di processi per illecito sportivo, un caso assolutamente unico.

Lascia un commento

4 + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.