Dissesto Scuole. Un’emergenza continua, tra sprechi e tagli alla spesa pubblica.

scuola-chiusa

Il recente crollo di un intonaco durante lo svolgimento delle lezioni nella scuola elementare “Marco Polo” a Cardito, in provincia di Napoli, oltre a causare 4 feriti ha messo nuovamente sotto i riflettori lo stato di degrado in cui versano le scuole italiane.

Secondo le statistiche di Cittadinanzattiva, un movimento di partecipazione civica che opera in Italia e in Europa per la tutela dei cittadini e dei consumatori, solo un quarto delle scuole italiane è a norma con tutte le certificazioni di sicurezza, il resto grava in condizioni pessime: lesioni strutturali in una scuola su dieci, muffe ed infiltrazioni in una su quattro, assenza di sale computer, di palestre e della maggior parte dei laboratori didattici in un terzo degli edifici, per non parlare dei cortili utilizzati come parcheggio e del problema del sovraffollamento di alunni nelle aule che le rende ulteriormente meno sicure.

Per quanto riguarda eventuali lavori di ricostruzione, o non vengono effettuati, oppure vi è un ritardo nella consegna dei nuovi edifici. Un esempio eclatante è la scuola “Cimiliarco” in via Nazionale delle Puglie, a Casoria, che tre anni fa è stata chiusa a causa di infiltrazioni d’acqua nelle fondamenta. Il denaro per la ristrutturazione fu stanziato al momento della chiusura sotto la giunta Ferrara, ma soltanto pochi mesi fa sono cominciati i lavori che hanno costretto tutti gli alunni a spostarsi in un vicino centro polifunzionale per continuare a svolgere regolarmente le attività didattiche in aule di fortuna, gelide d’inverno ed afose in estate in quanto separate da pannelli di materiale antitraspirante. Le cause del collasso organizzativo risiedono, non solo nei vari tagli effettuati nel corso degli anni alla scuola pubblica, ma anche nella cattiva gestione dei fondi che, quando vengono stanziati.

Spesso in Italia prevale la logica dell’emergenza, quando invece si dovrebbe applicare una prospettiva basata sulla prevenzione. Si cerca di arginare un problema quando ormai è accaduto ed è troppo tardi per trovare una soluzione.

 

Lascia un commento

4 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.