Pillole di calcio. Mazzarri pensiero III^ parte

MazzarriESSERE. “Io non rinuncio alla mia vita privata, non amo apparire in televisione e se vado a Coverciano, l’università del calcio, preferisco ascoltare anziché parlare. Non vorrei spararla grossa, ma preferisco essere, piuttosto che apparire” (Walter Mazzarri).

FIGHETTO. “Ad un certo punto della mia vita ho deciso di tagliare i capelli. Ora li ho corti, ma quando ero giovane li portavo lunghi fino alle spalle e mi dicevano che ero un fighetto” (ibidem).

FRIVOLO. “Quando ero giovane mi dicevano che ero un tipo frivolo. Ma frivolo un tubo!!!” (ibidem).

DONNE & SOLDI. “Io ho cominciato a guadagnare quando gli altri pensavano solo a divertirsi. Ho cominciato a investire in Borsa quando per gli altri c’erano solo le donne. Sarà pure che allora le donne mi venivano a cercare…” (ibidem).

CAPELLI. “Ora ho tagliato i capelli non per un fatto di apparenza o per apparire diverso, ma perché a cinquanta anni non era più il caso di portarli così. Il tempo passa per tutti, l’importante è saperlo vivere” (ibidem).

PAUSA (?). “Ho dedicato il 95% della mia vita al calcio e ciò nonostante ho un bel rapporto con la mia famiglia: con mia moglie e con mio figlio. Ora devo prendermi il tempo per pensare un po’. Prima di continuare a vivere il mio lavoro in modo così totalizzante di voglio pensare, ci devo pensare” (ibidem).

Lascia un commento

10 + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.