Nuova Orchestra Scarlatti: sempre più vicina alla sospensione delle attività.

Nuova Orchestra ScarlattiDopo il successo ottenuto al Teatro del Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, con il concerto di Capodanno 2013, la Nuova Orchestra Scarlatti, presente da ben vent’anni sul territorio partenopeo, annuncia tra gli applausi e i bis richiesti dalla platea una possibile sospensione dell’attività in città per la carenza di contributi da parte delle istituzioni.

La Regione, infatti, ha stanziato soltanto 15 mila euro per l’orchestra, quando un solo concerto costa il doppio. Spiega il direttore e fondatore Artistico dell’orchestra Gaetano Russo, che i fondi del Ministero ci sono, ma non se ne conosce la destinazione. “Il sistema in cui viviamo è corrotto e camorristico, ma ciò che più amareggia è il disinteresse generale delle istituzioni, del Ministero e della Regione Campania, mentre l’unico che ha sempre sostenuto l’orchestra, incentivandone i componenti a resistere, è stato il sindaco Luigi de Magistris”.

“Siamo pronti alla rivoluzione armata – continua Russo – rivoluzione armata dei nostri strumenti musicali. Abbiamo speso vent’anni della nostra vita portando avanti un’azione sociale, attraverso la musica nella sua essenza culturale, per vederci riconosciuti, come cittadini, il nostro operato e il nostro impegno secondo le leggi già esistenti. Se ciò non sarà ancora possibile entro il 2013, preferiamo non esserci.”

Lascia un commento