Mario Monti. L’uomo per tutte le stagioni? Intanto il tasso di disoccupazione raggiunge il record dell’11,7% ad ottobre 2012.

Calendariomonti-NT

Da NapoliTime Magazine Anno I n.°3 Dicembre 2012. In distribuzione.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel messaggio di fine anno, ha ricordato quanto ci siamo lasciati alle spalle e fatto il punto su ciò che ci attende. Elezioni politiche, crisi economica ed equità sociale sono i temi su cui si è soffermato. “Parlo innanzitutto di una realtà sociale duramente segnata dalle conseguenze della crisi con cui da quattro anni ci si confronta su scala mondiale, in Europa e in particolar modo in Italia” ha esordito Napolitano.

Forte il richiamo ad una Politica che deve porre al centro della discussione la questione sociale. Il rigore con cui il tecnico di palazzo Chigi ha riconquistato la fiducia dei mercati internazionali non deve essere attuato a scapito dei bisogni di un’ampia fetta di popolazione che più di altre ha pagato il conto della crisi.

Riferendosi alla decisione di Monti di confrontarsi con le urne, Napolitano ha chiosato: “Egli non poteva candidarsi al Parlamento, facendone già parte come senatore a vita. Poteva, e l’ha fatto – non è il primo caso nella nostra storia recente – patrocinare, dopo aver presieduto un governo tecnico, una nuova entità politico-elettorale”.

Ok, poteva farlo e lo ha fatto. Agli elettori il compito di giudicare alle prossime elezioni il suo operato. Anche Monti fa il bilancio dei 13 mesi alla guida del Paese. La chiamano trasparenza amministrativa, noi la interpretiamo come occasione colta al volo per fare campagna elettorale da una posizione privilegiata.

Delle azioni del Governo non possiamo non ricordare i tagli di bilancio e l’aumento delle imposte, con la reintroduzione della tassa sugli immobili. La riforma delle pensioni ha fatto scoppiare in lacrime la ministra Fornero: l’età minima passa da 65 a 66 anni per gli uomini e da 60 a 62 per le donne, a 66 nel 2018. Gli anni di contributi salgono da 40 a 42 per gli uomini, a 41 per le donne. Riforma del mercato del lavoro: per favorire le assunzioni i contratti a tempo determinato costeranno di più. Novità per l’articolo 18, con soluzioni opinabili che andrebbero in secondo piano se nel frattempo avessimo avuto sviluppo ed occupazione.

Invece il tasso di disoccupazione raggiunge il record dell’11,7% ad ottobre. Maglia nera per la Campania con un tasso che è passato dal 14,3% del 2011 al 17,7%. Ora l’Agenda Monti imperversa su Internet e poiché il premier ha deciso di “salire in politica” ecco la promessa per il 2013: “L’obiettivo è di ridurre di un punto e progressivamente la pressione fiscale, iniziando dalle aliquote più basse per dare respiro soprattutto alle fasce più deboli”.

Intanto a Napoli e provincia, dopo le primarie del centrosinistra che hanno indicato in Bersani il futuro candidato alla Presidenza del Consiglio, si sono svolte in un sabato di fine anno, il 29 dicembre, quelle per la scelta dei candidati PD al Parlamento. Nuovi e vecchi volti della politica partenopea saranno in campo il prossimo 24 e 25 febbraio, quando si andrà al voto per scegliere chi dovrà assumere oneri ed onori della guida politica del Paese e dare risposte chiare e risarcitorie rispetto a quanto fatto sino ad oggi da chi ha scelto di privilegiare i conti più che la dignità umana.

A dirla con le parole del Segretario PD Pier Luigi Bersani, “il nostro programma – rispetto all’agenda Monti – contiene più lavoro, più equità, più diritti”. Punto.

Anche NapoliTime fa il bilancio degli ultimi 12 mesi. Un successo. Il giornale on line il 6 gennaio festeggia il suo primo anno e, non paghi dell’aumento dei nostri lettori on line, da qualche tempo è affiancato da NapoliTime Magazine, un periodico mensile che entra nelle case di voi tutti. Da dallo scorso settembre NT profuma d’inchiostro. Un ringraziamento alla squadra. Senza di voi ragazzi, l’impresa sarebbe stata impossibile.

Auguri di Buon Anno a tutti. Auguri NapoliTime.

Pasquale Vespa

Lascia un commento

1 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.