Riprendono le spedizioni di rifiuti in Olanda.

nave-rifiuti-olandaAll’ inizio del 2012 partiva la prima nave di rifiuti per l’Olanda con un costo di oltre 400 mila euro a viaggio che, diviso per le circa 3500 tonnellate di rifiuti è costato circa 114 euro a tonnellata.

Ad un anno di distanza il problema dei rifiuti ha trovato nuovamente la soluzione attraverso la loro spedizione in Olanda. Il vicesindaco Sodano ha annunciato che, per sopperire alla chiusura del termovalorizzatore di Acerra, per manutenzione, programmata per febbraio, sarà necessaria la ripresa dell’invio dei rifiuti in Olanda con una intensificazione del numero delle navi.

Il costo dell’operazione sarà di circa 109 euro a tonnellata, con un risparmio rispetto allo scorso anno, importo minore anche in confronto alle spese sostenute dalle altre regioni italiane. Tutto questo, in attesa della realizzazione di impianti di trattamento della frazione umida, come annunciato dallo stesso vicesindaco.

Mentre in Campania, la cronicità della questione rifiuti non sembra aver trovato ancora una cura definitiva, in alcune città virtuose, come Bologna, nasce un nuovo servizio tecnologico chiamato Bologna Hera dove, i cittadini, attraverso l’invio di foto dei rifiuti ai Servizi Ambientali Hera, realizzabili anche con cellulari o tablet, attivano la procedura per la rimozione. 

 

 

Lascia un commento

2 + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.