Dopo il blitz all’Asia del Vicesindaco Tommaso Sodano. Ecco la polemica di Raphael Rossi.

Lo scontro con Tommaso Sodano e Raphael Rossi sull’assunzione di 23 ex-dipendenti del Bacino Napoli5 sembra essere solo una scusa. Mentre i media accendono i riflettori sul blitz di Sodano all’Asia, le polemiche intestine brulicano di nuovi eventi. La polemica si accende, assume toni sconcertanti.
L’ ex Presidente dell’Asia – Raphael Rossi – è stato accusato di non aver lavorato bene, come rende noto proprio Sodano dal suo Blog su Il Fatto Quotidiano.  Ancora botta e risposta tra Rossi, Sodano ed il Sindaco Luigi De Magistris e si accentua sempre più quella frattura tra i simboli della legalità e la lotta alle eco-mafie. Soltanto la scorsa settimana, Raphael Rossi scriveva alle agenzie di stampa: “Per evitare ulteriori polemiche o supposizioni e per rispondere alle numerose sollecitazioni di cittadini e media su quale sarà il mio futuro ruolo a Napoli tengo a comunicare che dopo confronto con il sindaco Luigi De Magistris abbiamo convenuto che per ora non ci sono progetti coerenti con la mia professionalità e con la linea di lavoro con la cittadinanza tracciata nei sei mesi in Asìa” .
Il fatto sta che Raphael Rossi si è rifiutato di assumere i 23 dipendenti ma il Vicesindaco non ci sta alle accuse mosse da Repubblica e replica dal suo Blog: “leggendo tutto questo, mi nasce un senso di dolore profondo e di indignazione, non tanto per me stesso quanto per la storia di cui sono figlio e che, insieme a tanti altri, ho contribuito allo stesso tempo a costruire, con il mio personale impegno. L’avvicendamento di Rossi alla presidenza dell’Asia non ha niente a che vedere con la vicenda dell’impiego dei lavoratori dell’ex bacino Napoli 5. Vicenda rispetto alla quale lo stesso Rossi non ha mai manifestato alcun dissenso nell’ambito dell’istruttoria in corso da parte del Cda di Asia”. Secondo Sodano, l’amministrazione comunale non ha fatto nessuna pressione all’ex Presidente per l’assunzione dei 23 dipendenti ma soltanto consigliato un utilizzo di questi per il lavoro di carico sulla nave in partenza per l’Olanda.
Sodano afferma che il vero motivo dell’allontanamento di Rossi dall’Asia sta nel fatto che lui avrebbe, in sostanza, lavorato male: “la sostituzione di Rossi è stata determinata dall’impossibilità per Rossi di realizzare compiutamente ed efficacemente gli obiettivi dell’amministrazione in materia di rifiuti”. Ma ecco, subito appare tra le pagine di facebook, la replica immediata di Raphael Rossi: “Questa vicenda sta diventando una farsa. Il Vicesindaco ne aggiunge mano a mano un pezzo nuovo, ogni volta cambia versione trovando una giustificazione differente. Sono sereno perché con il sindaco abbiamo convenuto sui buoni risultati raggiunti. Vorrei esortare il Vicesindaco a smetterla con le polemiche che danneggiano la Città”.
Il programma dell’ex Presidente mirava ad ottenere una raccolta differenziata estesa a 250 mila abitanti ed un riciclo del 75% dove è attiva la raccolta porta a porta. Ora noi ci chiediamo: ma qual’è davvero l’esatto motivo per il quale Raphael Rossi è stato allontanato dalla presidenza dell’Asia? La polemica avrà un seguito, anche se il Sindaco cerca, a tutti i costi, di moderare.

Lascia un commento

diciotto − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.