Giornata nazionale del Braille. Il Museo Sansevero inaugura la visita tattile del Cristo velato.

Digital imageNella conferenza stampa del 14 febbraio presso l’atelier del maestro Lello Esposito è stato presentato l’evento Visita Tattile al Cristo velato organizzato dal Museo Cappella San Severo in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti e l’Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi di Napoli. L’evento si svolgerà il 19 febbraio alle ore 10,00 in prossimità della Giornata nazionale del Braille del 21 febbraio. La recinzione presente attorno alla scultura verrà rimossa per consentire a tutti i non vedenti e ipovedenti di avvicinarsi all’opera ed agli splendidi bassorilievi della Pudicizia e del Disinganno. L’ingresso al Museo e la visita tattile sono gratuiti e a ciascun non vedente e ipovedente sarà consentito far entrare un accompagnatore e/o un cane guida.

Durante la visita tattile sarà vietato indossare anelli, bracciali, orologi e altri oggetti che possano danneggiare le opere in marmo. Le prenotazioni necessarie per partecipare all’evento vanno effettuate non oltre lunedì 18 febbraio 2013 e potranno essere recepite fino ad esaurimento. Alla conferenza stampa sono intervenuti Pietro Piscitelli, Presidente Consiglio Regionale della Campania dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti; Fabrizio Masucci, Presidente Museo Cappella Sansevero; Mario Mirabile, vice presidente Sezione Provinciale di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti; Silvana Piscopo, vice presidente dell’Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi di Napoli; Marina Santucci, Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Napoli.

La visita comprenderà un percorso illustrato dalle guide messe a disposizione dall’Associazione Culturale NarteA per concludere con la visita tattile ai capolavori mediante l’accompagnamento delle 8 guide appositamente preparate da parte dell’ Unione Italiana Ciechi. Ci sarà l’interpretazione di un monologo della figura dello scultore Sammartino tratto da Il Testamento di Pietra grazie alla recitazione di Imma Villa e Antimo Casertano. Tutti i visitatori riceveranno in omaggio un cd la cui copertina è stampata in braille, realizzato per l’occasione dal Museo Cappella Sansevero, che riprende e arricchisce i contenuti della visita guidata e intende essere un ricordo dell’iniziativa.

Il presidente del Museo Fabrizio Masucci durante la conferenza si dichiara lieto di poter dare l’opportunità ai non vedenti ed ipovedenti di scoprire col tatto queste opere, perché la fruibilità del patrimonio culturale sia un servizio imprescindibile e fondamentale di crescita e sviluppo. A sostegno dell’iniziativa, la dottoressa Marina Santucci sottolinea il lavoro svolto dalla Soprintendenza per visite analoghe per la Certosa di San Martino, al Duomo di Napoli, alla Catacombe di San Gennaro, mentre al Museo di Capodimonte si terrà a maggio. Il dottor Mario Mirabile ringraziando e plaudendo alla iniziativa si sofferma sulla esiguità delle date di questi eventi che spesso lasciano fuori molte persone interessate da parte di tutta Italia. Silvana Piscopo augura un inserimento continuativo nella programmazione delle visite museali da parte dei non vedenti, riservando loro un giorno specifico viste le esigenze tecniche di accesso alle opere, sottolineando che “le mani di ama il bello e di chi sogna il sublime non possono fare danno”.

Info e prenotazioni: 081.5498834 – uicna@uiciechi.it

Orari prenotazione: lunedì e venerdì, 9.00-13.00; martedì, mercoledì e giovedì, 9.00-17.00

Lascia un commento

due − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.