Sony annuncia Playstation 4

ps4meetingDopo tanto attendere, Sony ha infine presentato al pubblico la sua attesissima Playstation 4 sebbene, a rigor di cronaca, la console non sia stata affatto mostrata. L’occasione è stata trovata  il 21 febbraio scorso nel Playstation Meeting 2013, evento a porte chiuse nel corso del quale la società ha annunciato la console, il suo nuovo pad (mostrandolo e snocciolandone le caratteristiche), nonché una preview del parco titoli composta, più che altro, da delle eccellenti tech demo.

Sony ha sostanzialmente confermato tutte le indiscrezioni susseguitesi negli ultimi mesi presentando al suo pubblico una console decisamente performante la cui architettura di programmazione va ad avvicinarsi al modello “aperto” di un tipico pc. PlayStation 4 si proporrà quindi come una macchina potente grazie alle seguenti specifiche tecniche: processore singolo con CPU “Jaguar” x86-64 di AMD a 8 core e GPU targata AMD Radeon da 1.84 TFLOPS; 8 GB di memoria RAM di tipo GDDR5, hard disk interno (di capacità ancora non specificata), lettore Blu-ray 6x, porte USB 3.0.

Per ciò che concerne invece il pad (DualShock 4), esso è stato dotato di un touchpad capacitivo a 2 punti, giroscopio a tre assi, accelerometro, light bar simile a PlayStation Move con tre LED a colori, un altoparlante mono, una porta micro-USB, una porta per l’uscita stereo, una porta d’estensione e una batteria da 1000 mAh, in grado di assicurare una buona autonomia. Esso sarà poi utilizzato in accoppiata ad una nuova telecamera PlayStation Eye che, dotata adesso di due fotocamere, sarà in grado di tracciare la posizione del controller nello spazio. Sony ha quindi preso quanto di buono aveva ottenuto con PS3 e lo ha ampliato, potenziato e migliorato, cercando di eliminare quelli che sono i punti deboli della sua attuale console, su tutto la poca capacità RAM e le evidenti difficoltà di programmazione che hanno reso PS3 impopolare tra i team di sviluppo.

L’idea che ce ne siamo fatti assistendo alla presentazione, è che il colosso nipponico stia facendo il possibile per imporsi di nuovo come leader indiscusso del mercato console approfittando soprattutto dell’altissima socializzazione cui si è ormai incastonato l’utente medio. Grazie a servizi di cloud computing e sharing, PS4 sarà infatti capace di interfacciarsi ad una rete sociale che, trasformando la home della console in una sorta di social network, permetterà ai giocatori la condivisione di contenuti quali video, immagini e quant’altro possa servire per sentirsi “connessi”. Una scelta probabilmente vincente che, unita ad un parco titoli degno, potrebbe definire – e non di poco – quale sarà la regina della prossima generazione di videogame.

Lascia un commento

due + 18 =