Riapre il Teatro Troisi. Napoli festeggia così i 60 anni dalla nascita del grande attore e regista.

Il postinoPer festeggiare i 60 anni dalla nascita del grande attore e regista Massimo Troisi, riapre a Napoli, dopo due anni di chiusura, il Teatro Troisi, rilevato nella gestione dalla Che spettacolo S.a.s., con la volontà di rivitalizzare il Rione Lauro del quartiere Fuorigrotta.

La carriera di attore di Massimo Troisi inizia già dall’infanzia, sul palco del teatro parrocchiale, e al fianco di Lello Arena, matura fino alla creazione del gruppo de La Smorfia, presto famoso in tutta Italia e trampolino di lancio per vari spettacoli di cabaret. L’esordio cinematografico avviene nel 1981 con il film di successo Ricomincio da tre, premiato con due Nastri d’argento e due David di Donatello. Altra pellicola memorabile è Non ci resta che piangere del 1984, dove Troisi è comico protagonista assieme a Roberto Benigni.

Il suo ultimo capolavoro è il film Il postino (1994), che racconta l’insolita storia di amicizia tra il poeta Pablo Neruda e il suo portalettere, durante l’esilio a Capri.

Troisi lascia a perenne memoria del suo genio una breve ed intensa carriera, a causa della scomparsa prematura nel 1994, a soli 41 anni. Alla sua straordinaria ironia malinconica e alla sua modestia è dedicato anche il libro di prossima uscita La filosofia di Massimo Troisi del giornalista napoletano Davide Certosino.

La programmazione del teatro a lui intitolato, si è aperta con la serata inaugurale del 22 febbraio, con protagonista il cantante napoletano Gigi Finizio, già piccola star all’età di 5 anni.

In cartellone anche il cantante partenopeo Gianluca Capozzi, in concerto l’8 marzo e l’esilarante spettacolo di Peppe Iodice, Peppy Hour, in scena il 22 e il 23 marzo.

Lascia un commento

due × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.