Shopping per le vie di Napoli. Gli stranieri tra via dei Mille e via Calabritto: un amore a prima vista.

filangieriNapoli, in Italia, è la prima città in classifica con il più alto incremento di spesa da parte degli stranieri.

È quanto emerge dal Rapporto per l’anno 2012 stilato da Global Blue, il leader mondiale nel tax free shopping che, a livello nazionale, controllando ogni strada, analizza il flusso degli acquisti da parte dei viaggiatori provenienti da paesi extra Unione Europea, grazie alla verifica dei rimborsi IVA per scontrini superiori a 155 euro.

A Napoli, le vendite tax free riscontrate, rispetto al 2011, hanno avuto un incremento del +53%, lo scontrino medio battuto è di 889 euro ed è il miglior aumento nazionale: +9%. L’analisi è stata effettuata mediante lo sportello dedicato ai rimborsi IVA per i cittadini extra UE ubicato negli aereoporti internazionali, Capodichino, per il capoluogo partenopeo.

Napoli spicca anche nella classifica delle strade dello shopping, con le Vie dei Mille e Filangieri in rialzo del 64%, seconda miglior performance italiana dopo via Pietro Verri a Milano con +74%. Ottimi risultati anche dalla zona di Calabritto e Piazza dei Martiri, con un incremento delle vendite del 51%, appare dinamica Via Chiaia con + 43%, meno brillanti, ma sempre attive, Via Toledo e Galleria Umberto, ottengono + 17%.

Dal rapporto di Global Blue, oltre la rilevazione della spesa, è possibile tracciare anche la provenienza dei turisti, a Napoli, i viaggiatori libanesi sono primi per gli acquisti in via Filangieri e via dei Mille con uno scontrino medio di 2.791 euro, strade amate anche dai viaggiatori giapponesi; cinesi e venezuelani sono molto presenti in via Calabritto e piazza dei Martiri; turchi e statunitensi in via Chiaia ed i messicani in via Toledo e Galleria Umberto. Gli incrementi più marcati riguardano le compere effettuate dai cinesi pari a + 117% seguite da quelle dei giapponesi +104%.

Secondo l’assessore al Commercio del Comune di Napoli, Marco Esposito, il merito di questo successo va alla capacità dei commercianti che, “Hanno saputo cogliere le occasioni offerte dalla rinnovata immagine cittadina e dai grandi eventi internazionali che nel 2012 ha visto Napoli protagonista con la prima tappa della Coppa America (aprile), World Urban Forum (settembre), Coppa Davis (settembre), 63° Iac-Expo dello Spazio (ottobre), anteprima Expo 2015(novembre) e Sino-Italian Exchange Event (novembre)”.

In Italia, i dati indicano una crescita delle vendite tax free del 32% con uno scontrino medio in aumento del 5% a 702 euro. La seconda città Italiana, dopo Napoli, è Milano con +33% seguono Firenze +28%, Roma +26% e Venezia +25%.

Fonte: Comunicato Stampa della Giunta del Comune di Napoli

FOTO: subito.it

Lascia un commento

tredici − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.