Ippodromo Agnano: il Comune va in cerca di un altro gestore.

ippodromo di agnanoIl 28 febbraio si è tenuto l’incontro tra l’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco, Luigi de Magistris, dal vice sindaco, Tommaso Sodano, dal Capo di Gabinetto, Attilio Auricchio, dall’Assessore allo Sport, Giuseppina Tommasielli, dall’Assessore al Lavoro, Enrico Panini e le segreterie dei Sindacati Slc CGIL, Fisascat CISL, Uilcom UIL e le RSU di Agnano SPA e Agnano S.r.l..

In sintesi è stato sottolineato l’interesse dell’amministrazione comunale proprietaria della struttura affinché l’area sia rilanciata come polo agonistico e come luogo di cultura e turismo. A tal fine, entro il mese di Aprile, verrà indetta una gara europea dal Comune di Napoli per ricevere le migliori offerte per la gestione del sito. Ciò comporta una fase intermedia utile a consentire una ripresa dell’attività agonistica e lavorativa, con la salvaguardia dei livelli occupazionali mediante la definizione delle intese necessarie con tutte le organizzazioni sindacali. Per lo sblocco dell’attività sportiva è in corso la richiesta di un incontro urgentissimo con il Ministero dell’Agricoltura e l’ASSI. Le parti si incontreranno nuovamente oggi 7 marzo per verificare il punto degli impegni discussi nell’incontro.

Il comunicato stampa della società Ippodromi Agnano S.p.A., del 2 marzo, dichiara che non si opporrà ad una gestione provvisoria dell’impianto flegreo ai fini della ripresa dell’attività di corse e della organizzazione del Gran Premio Lotteria. Metterà a disposizione gratuita del Comune di Napoli mezzi e attrezzature, nonché la garanzia dall’eventuale terzo gestore dell’ippodromo, l’incondizionata conservazione degli attuali posti di lavoro (76 unità a tempo pieno e 48 unità part-time), con le analoghe modalità ed alle medesime condizioni contrattuali previste dal Piano Industriale AGNANO FORUM e, comunque sia, condivise con le OOSS territoriali e la R.S.U.

 

 

 

Lascia un commento