Città della Scienza: reagire è la parola d’ordine. Solidarietà del mondo politico ai Lavoratori.

Lavoratori CdSNapoli, 5 marzo 2013 – Città della Scienza dopo il rogo che ha distrutto lo Science Center di Napoli, il primo in Italia.

A testimoniare la solidarietà ai tanti lavoratori, che in una notte hanno visto letteralmente andare in fumo il proprio posto di lavoro, il Circolo PD di Bagnoli, il presidente della X Municipalità, i neo eletti tra Camera e Senato in Campania nelle fila del Partito Democratico, esponenti locali di Sel e membri del Consiglio Comunale di Napoli.

160 i lavoratori del polo museale, centro di divulgazione scientifica, 500 lavoratori in tutto, considerando l’indotto. Un sogno divenuto realtà, ideato e realizzato dal professor Vittorio Silvestrini, presidente della fondazione IDIS – Città della Scienza, è bruciato in poco più di un’ora. Incendio doloso è l’ipotesi più diffusa. Ora il complesso è posto sotto sequestro giudiziario. E’ stata aperta un’inchiesta e attenderemo gli esiti.

Stamane le macerie ancora fumavano dopo il disastroso incendio che ha duramente colpito negli animi, la popolazione di un intero quartiere, Bagnoli, che attende da anni una riqualificazione dell’area e uno sviluppo occupazionale sempre promesso e mai realizzato. Occorre far presto, occorre rimboccarsi le maniche e dare il via alla fase di ricostruzione. Reagire è la parola d’ordine.

Dopo lo sfratto della Biblioteca dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, le tante scuole che rischiano anch’esse, il Forum delle Culture 2013 finito in un pantano, ora, dopo che anche lo Science Center di Bagnoli è andato in fumo, la Napoli della cultura è profondamente ferita. Occorre reagire al processo inesorabile di imbarbarimento. In gioco il futuro di tutti noi. Il sapere è vita. La conoscenza è Libertà.

La fondazione Idis ha reso noto il numero di conto corrente per avviare una campagna di solidarietà e di raccolta fondi. Queste il messaggio diffuso dalla direzione: “Per contribuire alla ricostruzione di Città della Scienza è disponibile il conto corrente, intestato a Fondazione Idis – Città della Scienza – IBAN IT41X0101003497100000003256 – causale Ricostruire Città della Scienza – questo è l’unico conto corrente dove esprimere il vostro sostegno”.

Lascia un commento

diciannove − 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.