Fuga Juve: +9 dal pessimo Napoli, il Milan è più vicino

cavani11 marzo – La Juventus è ad un passo dal suo titolo numero 29. La vittoria al fotofinish arrivata contro il Catania, domenica, grazie ad un fantastico gol di Giaccherini ha regalato alla Juventus la vittoria che vale l’allungo, probabilmente decisivo, verso lo scudetto.

Una Juventus tutta grinta e muscoli che tiene testa ad un Catania ben organizzato e decisamente pericoloso in contropiede. Non brilla Pirlo e nemmeno Vucinic ma ci pensa Pogba a fare un lavoro triplo. Una sua bordata alla metà del secondo tempo viene incredibilmente parata da Andujar, estremo difensore dei siciliani, sicuramente il migliore in campo. Quasi nessun problema per Buffon che è spettatore non pagante di una partita che sembra stregata per i bianconeri. Giovinco e Vucinic, che coglie un palo nel primo tempo, non si trovano e nemmeno l’ingresso di Matri cambia le cose. Ci pensa allora la piovra nera a risolvere il match: un traversone di Pirlo viene intercettato e stoppato meravigliosamente da Pogba che scarica un cross in mezzo all’area, Andujar buca l’uscita e Giaccherini, subentrato a Marchisio, stoppa di petto a seguire piazzando il pallone all’angolino al 91’.

Si festeggia a Torino perché a Verone succede di tutto e di più: il Chievo stende il Napoli 2-0 e cuce mezzo scudetto sul petto della Juve. A tirare il brutto scherzo alla banda Mazzarri ci pensa Dramé che spara un siluro da quaranta metri che sorprende De Sanctis. La svolta non arriva nemmeno nel secondo tempo ed allora ci pensa Thereau a stoppare un gran pallone e piazzare sotto il braccio del pessimo estremo difensore partenopeo il colpo del k.o. Cavani si procura e batte un rigore nel secondo tempo ma fa fare solo bella figura al portiere avversario calciando malissimo.

Quasi raggiunto anche dal Milan che batte, con enormi aiuti arbitrali, 2-0 il Genoa con l’ennesima rete di Balotelli nel Friday night di campionato. Perde il Torino contro il Parma battuto 4-1 dal Parma, tripletta di Amauri. 3-1 per il Cagliari che trionfa all’Is Arena contro la Sampdoria, tripletta di Ibarbo. Pescara con un piede nella fossa, arriva un’altra sconfitta stavolta contro l’Atalanta, 2-1: a D’Agostino risponde Denis con una doppietta. Vince il Siena in casa del Palermo 1-2 con un decisivo rigore di Rosina. Pesante sconfitta della Lazio a Roma contro la Fiorentina per 0-2. Pari dell’Udinese 1-1 contro la Roma e trionfo del Bologna a San Siro contro l’Inter, ormai in crisi nera, per 0-1.

Lascia un commento

diciassette − diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.