Pillole di calcio. Tornare in Champions

calcio-napoliAbbiamo cominciato la nostra rubrica che parla del Napoli con un incipit netto: il Napoli è una squadra forte. E vogliamo continuare a ripeterlo per una serie di motivi: innanzitutto perché ne siamo convinti e poi perché porta bene. Ad ogni modo il Napoli è in linea con i propri obiettivi: si era detto che si poteva lottare per lo scudetto? Sì e no. Nel senso che De Laurentiis ha fissato l’obiettivo di ritornare in Champions senza preliminari.

Questo significa secondo posto: e, mentre stiamo scrivendo, il Napoli è in linea. E’ chiaro che i tifosi hanno creduto allo scudetto e, forse, un rigurgito di illusione lo riavremo tutti quando la Juve lascerà qualche punto per strada a cavallo della sfida con il Bayern. Ma non crediamo servirà a molto perché la Juve non perderà il suo vantaggio e perché non è detto che il Napoli sia in grado di recuperare terreno. Anche se, a nostro avviso, una squadra umorale come la nostra potrebbe ricominciare a vincere senza troppi patemi e, soprattutto, senza nessuna rivoluzione tecnica o tattica, ma per quelle leggi non scritte che governano il mondo del calcio e che sono fatte di intesa, spogliatoio, fortuna ed episodi.

Ebbene sì: abbiamo voluto ricorrere una volta ancora al concetto di “episodio” tanto caro al nostro allenatore; quegli episodi in cui Mazzarri affoga la sua cocciutaggine, la sua presunzione nel considerare gli allenatori avversari non così furbi da preparargli un paio di contromosse e la sua miopia nel costruire in gioco d’attacco. In tanti oggi lo criticano, è vero, ma in tantissimi lo rimpiangeranno se andrà via. Perchè immaginiamo che qualora veramente andasse via sarà difficile per chiunque altro  replicare i suoi risultati da quando è al Napoli. E, non crediamo neanche che il suo addio sia così certo. Anche se, l’unica notizia concreta che può far pensare a Mazzarri lontano dal Napoli riguarda un’indiscrezione sul suo libro – un’autobiografia scritta insieme al giornalista Sky Alessandro Alciato – che dovrebbe uscire il 1° luglio, il giorno dopo la scadenza del suo contratto.

Lascia un commento

6 + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.