Papa Francesco e la tradizione partenopea

Papa-Francesco-presepeLa tradizione napoletana rende omaggio a Papa Francesco che  in pochi giorni sembra aver già conquistato il popolo partenopeo. A meno di due ore dalla sua elezione, il noto maestro pastoraio  Genny Di Virgilio era già all’opera per ultimare la statuina del neo pontefice. Esposta ora nella sua bottega a San Gregorio Armeno, la miniatura raffigura Papa Francesco con le braccia aperte, gli occhiali rotondi e la tonaca bianca, proprio come è apparso qualche giorno fa  nel suo saluto affettuoso ai fedeli.

Ma non è tutto, anche due tra le pizzerie più famose di Napoli hanno inserito nuovi elementi nel menù proprio in onore del Papa. Il ristorante di Via Partenope “Antonio e Antonio” ha ideato la pizza “Francesco”, mentre il noto pizzaiolo Gino Sorbillo ha presentato una pizza in due versioni, una con  pomodoro e l’ altra interamente bianca con mozzarella di bufala con su scritto “W il Papa”.

Il nome Francesco è molto ricorrente sul territorio partenopeo e le sue origini argentine lo accomunano ad un altro personaggio amatissimo dai napoletani, il calciatore Diego Armando Maradona. La pizza a lui dedicata vuole essere non solo un omaggio, ma anche un invito affinché egli possa al più presto far visita ai quartieri più poveri e abbandonati della città, per portare conforto e sollievo ai cittadini in difficoltà.

Tra le varie curiosità segnaliamo che Papa Francesco è stato fin da subito apprezzato dal movimento animalista per la sua scelta di non indossare la mantella di ermellino, interrompendo l’antica usanza papale.

Lascia un commento

tre × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.