Napoli all’ultimo respiro, 3-5 al Comunale, Juve scudetto

Napoli31 marzo 2013 – Incredibile partita al Comunale di Torino. Gli azzurri espugnano il castello granada con l’artiglieria pesante. Fuori Inler nel Napoli al suo posto Dzemaili, assoluto dominatore del match, Campagnaro out e Cavani in panchina insieme a Calaiò. Nelle fila dei padroni di casa non c’è posto per Bianchi che siede in panchina al suo posto Barreto al centro dell’attacco.

Dopo pochi minuti dall’inizio si capisce subito che non sarà una partita normale. Un pallone fuori area viene raccolto da Dzemaili che colpisce di prima intenzione realizzando la rete dello 0-1 per gli ospiti. Il Napoli domina ma non riesce a chiudere la partita, il Torino è ordinato e riparte. Barreto sfrutta la confusione in area azzurra e dopo una serie di rimpalli fa 1-1 col sinistro.

Occasionissima per il Napoli con un rigore: dagli undici metri Hamsik si fa parare il tiro da Gillet. Il Napoli non si arrende e trova il gol ancora con Dzemaili alla doppietta personale.

Il Toro non è ancora domo e si guadagna un rigore, Cavani colpisce il pallone con la mano, e col nuovo entrato Jonathas che trasforma. Sul 2-2 accade l’incredibile perché Meggiorini porta in vantaggio il Toro ma Dzemaili con la sua prima tripletta in carriera pareggia in poco tempo.

Sul 3-3 punizione per il Napoli, parte Cavani che sigla ancora il sorpasso. Il Toro si getta in avanti ma il Napoli ha un Armero in più che scappa sulla fascia e mette dentro un pallone perfetto per la testa di Cavani che sigla il definitivo 3-5.

La squadra di Mazzarri risponde così al Milan che nel primo posticipo delle 18 aveva vinto grazie a Montolivo contro un buon Chievo.

La Juventus ha lo scudetto praticamente già in bacheca dopo la vittoria a Milano contro l’Inter. I bianconeri subito in vantaggio con Quagliarella, autore di una rete straordinaria, subiscono il pari di Palacio. Soltanto lo spunto di Matri riporta in vantaggio i bianconeri poi l’Inter è poca roba, da segnalare invece le prodezze di Buffon nel primo tempo.

La Roma cade a Palermo che ritrova un grande Ilicic al gol dopo molti mesi, lo stesso Ilicic si beve mezza retroguardia giallorossa e mette in mezzo un pallone che Miccoli non spreca chiudendo 2-0 i giochi.

Il Genoa fa 2-2 contro il Siena, due gli 0-0 tra Udinese – Bologna e Atalanta – Sampdoria. Vittoria netta delParma ai danni del Pescara ormai già rassegnato alla B, mentre la Lazio vince contro il Catania 2-1. Torna a vincere anche il Cagliari contro la Fiorentina per 2-1, alla doppietta di Pinillia risponde Cuadrado.

2 thoughts on “Napoli all’ultimo respiro, 3-5 al Comunale, Juve scudetto

  1. c’è un errore però nell’articolo, dopo il 2-2 è stato il toro a passare in vantaggio sul 3-2, non il napoli… dzemaili 2 minuti dopo ha pareggiato.

  2. c’è un errore però nell’articolo, dopo il 2-2 è stato il toro a passare in vantaggio sul 3-2, non il napoli… dzemaili 2 minuti dopo ha pareggiato.

Lascia un commento

19 − 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.