Truffe agli anziani. E’ allarme anche nella X Municipalità.

truffe_anzianiE’ accaduto a Napoli il 12 marzo scorso, in Via Cavalleggeri d’Aosta. La signora Anna, un’anziana signora, mamma di un consigliere della X Municipalità, è stata oggetto di un furto con raggiro.

Ecco i termini della truffa. Nelle prime ore della mattinata, l’anziana donna riceveva una telefonata nella quale un fantomatico avvocato dichiarava che il nipote aveva avuto un incidente automobilistico per cui servivano subito 4100 euro per evitare la denuncia penale da parte dell’investita.

La signora se voleva, poteva accertare la veridicità dell’accaduto telefonando al nipote a casa; operazione che la signora Anna fa senza però rendersi conto che il telefono era rimasto isolato, o meglio continuava la comunicazione con chi aveva chiamato in precedenza. Effettuato il numero di casa del nipote, una voce che a chi presa dall’emozione e dall’angoscia sembra quella del nipote, le conferma l’accaduto chiedendo aiuto. In realtà la prima chiamata, quella con il truffatore, non si era mai interrotta e la donna aveva continuato a parlare con i malfattori.

A questo punto la signora, presa dall’emozione, ricordando di aver messo da parte una somma da destinare ad una protesi dentaria, importo che però non copriva il completo ammontare di quanto richiesto, viene ricontattata dal sedicente avvocato che avrebbe accettato il denaro come prima trance di quanto dovuto. Nei giorni seguenti la signora avrebbe poi potuto saldare il conto. I soldi, un bottino di 3650 euro, sono poi stati prelevati a casa della signora Maria da un’incaricato dell’avvocato.

Solo dopo un po di tempo la poverina ipotizzando che poteva trattarsi di qualcosa di losco ha finalmente contattato i familiari per raccontare quanto accaduto.  L’episodio criminale è stato denunciato al locale comando dei  Carabinieri.

La paura è ormai tanta, la tranquillità non regna neppure nelle nostre case e gli anziani sono vittime preferite da questi balordi perchè deboli ed indifesi. Non abbassiamo la guardia, facciamo le nostre raccomandazioni ai nostri anziani e magari perchè no, insegnamogli ad usare un cellulare, magari predisponendolo con numeri d’emergenza preimpostati.

Lascia un commento

15 − dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.