Nasce un nuovo gruppo Facebook “contro il fumo rivoluzionario” della giunta De Magistris

Gruppo-FB-Democratici-contro-fumo-LDMLa linea politica del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, sta mettendo a dura prova la pazienza dei cittadini partenopei, ormai delusi e sconfortati da promesse fatte e non mantenute, tanto da alimentare ampiamente anche il dibattito del popolo del web.

Su Facebook si possono trovare tanti gruppi dedicati al Sindaco, ma uno spicca tra gli altri, “Democratici contro il fumo rivoluzionario della giunta De Magistris”, composto da chi rimette in discussione la scelta del PD e la propria, di averlo sostenuto politicamente e di aver permesso a De Magistris di diventare Sindaco di Napoli.

In una nota, il responsabile del gruppo, Umberto de Gregorio, sottolinea che “questo non è un gruppo di tesserati PD, è un gruppo di persone orientate verso il centro sinistra, che hanno votato LDM e che tuttavia sono profondamente insoddisfatte dell’azione della giunta. Si pongono un fine politico, il PD fuori dalla maggioranza, cosa di fatto avvenuta, un azzeramento dell’attuale giunta, punto e a capo”.

Il ruolo del PD, per la vittoria di de Magistris è stato decisivo, “lo ha fatto lealmente e con convinzione. Ha fatto parte della sua maggioranza politica in un ruolo tuttavia sostanzialmente poco incisivo e determinante. Ha contribuito poco o nulla alla elaborazione delle scelte strategiche ed operative, non ha fatto parte della giunta”.

In queste ore, il sindaco è sotto i riflettori per la ZTL, delineata in virtù della America’s Cup, tutti i quotidiani e i Tg hanno mostrato i disagi affrontati dagli automobilisti napoletani. In attesa del prossimo rimpasto di giunta, andando a ritroso, sono tante le vicende che hanno indignato i cittadini, dall’inefficienza del trasporto pubblico, alla difficoltà di realizzare come promesso il sistema di raccolta differenziata porta a porta. Per non parlare della situazione finanziaria del comune e dei tentativi del sindaco di far cadere altrove le responsabilità, in alcuni casi alla vecchia amministrazione in altri al Governo Monti.

Sono questi i motivi principali che tengono uniti in un gruppo aperto di discussione, confronto e dialogo, i membri di “Democratici contro il fumo rivoluzionario della giunta de Magistris”.

Chiediamo al segretario provinciale del PD di formalizzare la situazione di fatto che il PD non è parte della maggioranza politica che regge la giunta de Magistris. Allo stesso tempo chiediamo al Sindaco de Magistris di cambiare pagina. Azzeri la giunta, ascolti la città, ridiscuta il programma con le forze politiche, si crei una maggioranza ampia sulla base di un programma condiviso ed una giunta qualificata che sappia rinnovare la speranza di risanamento e di sviluppo”. È quanto si legge in una nota del gruppo.

Lascia un commento

tredici − otto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.