Champions: la Juve fuori a testa alta

champions_league (1)10 aprile 2013 – La Juventus esce a testa alta dallo Juventus Stadium sconfitta per 0-2 dal Bayern Monaco. Antonio Conte aveva caricato i suoi in settimana definendo l’impresa una “missione possibile” ed in effetti i bianconeri cominciano meglio il match.

I tedeschi dopo 15 minuti di gioco iniziano a prendere le misure e la partita si appiattisce un po’. Vucinic si districa come può nell’intrico di maglie rosse del Bayern ma senza rendersi realmente pericoloso. Dopo pochi minuti di gioco ammoniti subito Mandzukic e Bonucci in due occasioni differenti.

Pirlo prova al 23’ a far capire chi comanda e nei primissimi minuti di gioco batte una punizione bomba a limite dell’area di rigore ma è attentissimo Neur. I padroni di casa si riversano nella metà campo dei tedeschi, Quagliarella si libera della marcatura e calcia potente ma impreciso un pallone che si alza sopra la traversa.

Inizia la ripresa ancora con una punizione di Pirlo deviata lentamente tra le braccia di Neur. Robben è una spina nel fianco della difesa bianconera, Ribery un po’ nervoso. Quagliarella controlla bene un pallone al limite dell’area si accentra e calcia in controtempo ma il pallone sibila alla destra dell’estremo difensore bavarese.

Succede poi tutto in sequenza: contropiede di Robben e tiro a giro con Buffon battuto la palla sbatte sul palo. Pochi minuti dopo calcio di punizione con Schweinsteiger che mette un gran pallone al centro , ci arriva Javi Martinez con la punta, Buffon si oppone ma sulla respinta ravvicinata si avventa Mandzukic che sigla l’1-0.

La Juventus si smonta e smette di crederci e di correre. Matri rileva Quagliarella, Giaccherini fa a cambio con uno spento Marchisio. Il nervosismo di Vucinic è l’unica cosa da segnalare mentre ancora il Bayern con Robben che calcia ma Buffon si distende a para. C’è tempo anche per il secondo gol del Bayern: Schweinsteiger serve al nuovo entrato Pizarro che piazza alle spalle di Buffon il colpo dell’umiliazione.

Pagelle: Buffon 6,5, Barzagli 6, Bonucci 5, Chiellini 6, Pirlo 6,5 , Pogba 6, Marchisio 4,5 Asamoah 5(Giaccherini 6) Padoin 6(Isla 5,5) Vucinic 6,5 Quagliarella 6,5(Matri s.v.).

Passa il Barcellona anche senza Massi. Il Paris saint German s’illude con il gol di Pastore ma risponde Pedro che sigla l’1-1 finale.

Lascia un commento

venti + 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.