Buon Compleanno Benedetto XVI

PapaRatzingerNapoli 16 aprile – Sono ottantasei le candeline per Benedetto XVI. Josef Ratzinger, passerà alla storia per essere stato il primo Papa, in epoca moderna, a rinunciare al potere del sacro soglio pontificio, rifugiandosi negli studi e nelle preghiere.

Questa mattina, Papa Francesco ha celebrato la messa mattutina nella Cappellina di Casa Santa Marta dedicandola al compleanno di Papa emerito Benedetto XVI , di cui non si hanno notizie su come stia trascorrendo questo giorno.

Dall’inizio del suo pontificato, iniziato il 19 aprile 2005, ha sempre ribadito in qualche modo il difficile compito che stava affrontando sottolineando la sua limitata capacità umana, avvenne anche nel discorso inaugurale per la messa di inizio ministero papale, tenuto in Piazza San Pietro, in cui disse: “Ed ora, in questo momento, io debole servitore di Dio devo assumere questo compito inaudito, che realmente supera ogni capacità umana. Come posso fare questo? Come sarò in grado di farlo? Voi tutti, cari amici, avete appena invocato l’intera schiera dei santi, rappresentata da alcuni dei grandi nomi della storia di Dio con gli uomini. In tal modo, anche in me si ravviva questa consapevolezza: non sono solo. Non devo portare da solo ciò che in realtà non potrei mai portare da solo. La schiera dei santi di Dio mi protegge, mi sostiene e mi porta. E la Vostra preghiera, cari amici, la Vostra indulgenza, il Vostro amore, la Vostra fede e la Vostra speranza mi accompagnano”.

La sua umiltà di uomo ha sempre trovato attrito di fronte al potere dato dal sacro soglio, come se non si sentisse mai all’altezza di questo compito, nonostante l’essere uno dei più alti teologi degli ultimi tempi con una chiara e delineata linea di denuncia dell’abbandono della fede da parte dell’odierna cristianità, come pronunciato nel discorso del 25 marzo 2005 con le meditazioni del Venerdì Santo, ripreso in vari scritti.

Non bisogna dimenticare che Josef Ratzinger è stato nominato prefetto della Congregazione per la dottrina della fede da Papa Giovanni Paolo II, cioè l’organo della Santa Sede che si occupa di vigilare sulla correttezza della dottrina cattolica, carica che manterrà fino all’elevazione al soglio pontificio.

Questo precedente Papa, all’inizio del suo mandato non è stato subito compreso, così distante dal fragore mediatico di chi lo aveva preceduto, ma sicuramente ha molto in comune con il suo successore, nella semplicità e nell’umiltà di porsi davanti al Signore ed al prossimo.

Ora che può dedicarsi ai suoi studi e prepararsi all’incontro finale col Padre, come aveva annunciato nel suo discorso di rinuncia al pontificato, potrà celebrare il suo compleanno libero di essere l’umile lavoratore nella vigna del Signore per la prima volta dopo otto anni.

Buon Compleanno Papa emerito Benedetto XVI.

Lascia un commento

dieci + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.