Martin William Richard aveva otto anni. E’ morto nell’attentato di Boston

Martin-William-RichardIl mondo piange. Le lacrime amare scivolano sul volto di ogni madre, padre, fratello, sorella. Un nuovo angelo ha riabbracciato Dio. Il mondo l’ha perso, non ha saputo proteggerlo, accudirlo, coltivarlo come un’albero desideroso di crescere rigoglioso e regalare i suoi frutti. Martin era un bambino felice, amato e orgoglioso del suo papà.

Martin William Richard aveva otto anni, non attendeva altro che stringere le braccia al collo al suo papà, che si apprestava a tagliare il traguardo alla maratona di Boston, lunedì 15 aprile. Era in prima fila, sorridente e impaziente, con accanto la sua sorellina di sei anni e la sua mamma, Denise.

Un giorno di festa si è trasformato in orrore, paura, disperazione, lutto. Qualche ora dopo l’arrivo dei maratoneti professionisti, attendendo il passaggio al traguardo dei dilettanti, alle 14:50 ora locale, 20:50, ora italiana, la città è stata privata della sua gioia con due bombe esplose a 12 secondi di distanza, alla finish line della 117° maratona di Boston, uccidendo almeno tre persone, tra cui Martin, e ferendo 176 persone, 17 in gravi condizioni.

Alla maratona partecipavano oltre 2300 atleti, provenienti da tutto il mondo. Tanti anche gli italiani presenti, in tutto 227. Quando è avvenuto lo scoppio c’erano migliaia di persone che si sono ritrovate in una scena dell’orrore, tra il sangue, le urla, gli arti amputati dalla deflagrazione. Secondo fonti della polizia americana, le bombe sono state costruite utilizzando pentole a pressione piene di chiodi, schegge di metallo, cuscinetti a sfera, collegati ad un detonatore e ad un timer. Una bomba pensata, in modo meschinamente pianificato, per provocare quante più vittime innocenti possibile.

Bill Richard, il papà di William, nel pomeriggio di ieri 16 aprile, ha ringraziato per le manifestazioni di affetto e solidarietà dimostrata anche con i tanti biglietti e pupazzi, riposti davanti la loro casa: “Il mio caro figlio Martin è morto per le ferite riportate durante l’attacco su Boston. Mia moglie e mia figlia, si stanno entrambe riprendendo da lesioni gravi – ha aggiunto – ringraziamo la nostra famiglia e gli amici, quelli che conosco e coloro che non ho mai incontrato, per i loro pensieri e le loro preghiere. Vi chiedo di continuare a pregare per la mia famiglia, ricordando Martin”.

 

 

 

One thought on “Martin William Richard aveva otto anni. E’ morto nell’attentato di Boston

Lascia un commento

diciotto − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.