Insigne e Vidal regalano il secondo posto agli azzurri

Insigne21 aprile 2013 – Napoli al secondo posto. È ormai quasi una certezza il ritorno in Champions degli azzurri di Mazzarri.

Nel pomeriggio della 33esima giornata di campionato il Napoli passa al San Paolo contro il Cagliari al 94’ per 3-2.

Un risultato importantissimo per la squadra partenopea che in realtà non comincia molto bene a causa di un Cagliari sempre aggressivo e pericoloso che può contare su Ibarbo e SauProprio il velocista cagliaritano affonda il primo colpo del match grazie ad un’ingenuità della difesa che lo lascia libero di concludere.

Il Napoli non demorde e reagisce quasi subito alla batosta: dopo una punizione battuta velocemente Hamsik calcia in mezzo trovando Astori che beffa il proprio portiere con una deviazione. È il quarto autogol per il difensore del Cagliari in questa stagione e vibranti proteste della difesa per una sospetta posizione di fuorigioco.

Il Napoli mette poi il turbo e con Cavani, altra azione dubbia, insacca il 2-1 che vale la rimonta.

Non sono finite le emozioni perché Sau pareggia i conti per gli isolani e riporta il match sul 2-2.

Napoli arrembante che butta in mischia Calaiò ed Insigne, proprio quest’ultimo al 94’ trova un destro a giro deviato sotto la traversa che sigla il 3-2 finale con dedica speciale al figlio piccolo.

Esplode il San Paolo ed esplode anche Mazzarri:

“Era una partita stregata, si rischiavano di buttare via dei punti – dice Walter Mazzarri al termine della gara-. La squadra ha fatto però una grande partita contro il Cagliari che è una signora squadra che nel girone di ritorno ha fatto due punti più di noi. Si è sofferto, ma per fortuna alla fine, con la forza, ci siamo presi questa vittoria che è assolutamente meritata. Ho rischiato alla fine anch’io, abbiamo finito con quattro attaccanti puri. E l’abbiamo vinto di forza, ma meritatamente sia per il possesso palla sia per le occasioni da rete. Nessuno può metterlo in dubbio. Abbiamo rischiato, ma siamo stati anche bravi a non ripartire. Non credo ci siano dubbi sulla vittoria meritata – conclude il tecnico azzurro-, abbiamo avuto più occasioni e il possesso palla anche è stato a nostro favore”.

Un regalo lo fa anche la Juventus che batte il Milan 1-0 grazie ad un rigore trasformato da Arturo Vidal.

Una partita quella di Torino bloccata fino all’episodio del rigore nettissimo che Amelia commette ai danni di Asamoah. Dagli undici metri Vidal scarica all’incrocio dei pali un rigore perfetto ed imprendibile.

La Juventus va vicina allo scudetto mentre il Napoli allunga a +8 dal Milan superato anche dalla Fiorentina che si prende il terzo posto grazie al 4-3 rifilato al Torino.

Lascia un commento

1 − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.