Comunicato Stampa. “Big Bang”: Renzi riparte da Chiaia

Matteo-RenziIl comitato Renzi di Chiaia San Ferdinando Posillipo, attivo durante le primarie con Bersani, riprende il suo cammino martedi 23 alle ore 18 da Treves in Piazza del Plebiscito, annunciando la sua imminente trasformazione in “Associazione Big Bang Napoli Chiaia San Ferdinando Posillipo”.

Lo statuto dell’associazione, che fa riferimento all’azione politica di Matteo Renzi, ha come scopo di sostenere lo sviluppo dell’impegno politico al servizio della collettività.

Soci promotori dell’associazione sono una cinquantina di cittadini del quartiere (professionisti, imprenditori, docenti, studenti, impiegati) di cui qualche volto noto (ad esempio: Benedetto Gravagnuolo, Pina Amarelli, Gianni Cerami, Ernesto Paolozzi) e tanti meno noti ai mass media e che tuttavia avvertono la necessità di un impegno civico-politico più intenso in un momento di profonda crisi della città e del paese.

Avvertono la necessità di costruire uno spazio positivo e propositivo tra il grillismo, la destra populista e la sinistra conservatrice.

Il comitato direttivo è composto da Umberto De Gregorio (Presidente) , Anna Grieco Marino, Fabrizio Gritti.

Motivazioni
La situazione politica nazionale come quella napoletana, necessita di risposte chiare e precise, partendo dalla istanza di profondo rinnovamento che si respira sul web e nelle piazze.

Le risposte che sono arrivate in questi giorni da Roma nella segreteria nazionale del PD ed in Parlamento ed a Portici dall’assemblea provinciale del PD napoletano, non consentono di indugiare ancora.

Big Bang Chiaia è costituita da persone per lo più senza la tessera del PD, e che tuttavia guardano al PD come al soggetto che – ripensando se stesso e rinnovando la classe dirigente nel suo DNA – debba necessariamente svolgere un ruolo determinante nella trasformazione della società.

Un partito che sia movimento, dia movimento, senta il movimento e non si limiti soltanto a subire il movimento esterno. La situazione politica a Napoli è preoccupante. Il Sindaco ha deluso le aspettative rivelando un profilo fumoso ed inadeguato rispetto alle esigenze del territorio. Non si può restare a guardare ma è necessario seguire gli eventi di oggi con proposte ed analisi che non siano meramente distruttive.

Big Bang vuole essere un luogo di riflessione attiva, che analizzi e progetti con serietà, passione e fantasia. Il fumo rivoluzionario del nostro Sindaco si è rivelato un boomerang. Oggi siamo alle prese con una città sull’orlo del dissesto finanziario. Occorre guardare con serietà all’ipotesi di una definitiva chiarezza nei conti, su quello che è possibile fare con le risorse disponibili, distinguendo chiaramente il passato dal presente e dal futuro . Le responsabilità vanno definite.

Il PD resti all’opposizione sino a quando il Sindaco non ripensi se stesso e la propria azione politico-programmatica in modo seriamente autocritico. Ad oggi il riformismo liberale di Matteo Renzi e la rivoluzione arancione populista di Luigi de Magistris sono lontanissimi. Big Bang è un luogo aperto a tutti coloro che non demonizzano i partiti ed allo stesso tempo credono nella necessità di una totale rivisitazione del concetto e del funzionamento dei partiti ed in particolare del PD.

Un luogo di dialogo tra riformisti, dove gli aderenti hanno un minimo comune denominatore: basta con il concetto di partito chiuso, il partito si trasformi, riveda il suo statuto e funzionamento (anche alla luce dell’auspicabile abolizione dell’attuale sistema di finanziamento dei partiti); diventi un luogo aperto dove le esigenze di dialogo e di decisionismo sia contemperate in modo equilibrato, senza ritualismi ed inutili assemblearismi. Big Bang vuole essere un luogo di progettazione politica, tende a riavvicinare civismo e politica.

Le prime 50 adesioni
Banano Riccardo
Bandini Amelia
Barone Riccardo – studente
Bifulco Maurizio – professore universatorio patologia
Bonocore Francesca – commercialista
Borrello Daniela
Ceglie Nino – commercialista
Celentano francesco – docente
Cerami Federica
Cerami Gianni – architetto
cisternino malaica – avvocato
Costanzo Bartolo – professore
Criscuolo claudia – studente
D’antonio Mariano – economista
de feo viriginia
de gregorio annamaria – studente
De Martino Rino – libraio
del vecchio rosanna – avvocato
di sarno francesco – commercialista
Gigliotti Sergio – medico
Gravaguolo Benedetto – architetto
Grieco Anna – commerciante
Gritti Fabrizio – medico
Irace Luigi – medico
la storia mariella -dirigente università
Leonetti Emilia – dipendente
Lepore Amedeo economista
maffettone laura – docente
Manett Federico – albergatore
Marino Walter – Commerciante
Martano Giovanna
mauro eliana – assicuratrice
Mazzarella Giancamillo – ristoratore
mazzoleni donatella – architetto
mazzoleni stefano – botanico
Monda Lidia – avvocato
mungo antonella – allenatrice
Nardullo luigi
Paolozzi Ernesto – filosofo
Paolozzi mariano – studente
procaccini enrico – dermatologo
quagliata giampaolo – ristoratore
Rispoli luigi – avvocato
Saggese Michele – commercialista
Santagata Francesca – ingegnere
Scafa carmine – ingegnere dirigente d’azienda
Schettino Alessandra – docente
testai alessandra
vairano paola – medico
Villani maria carmen
wembagher gianluca – studente

Lascia un commento

uno × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.