Governo Letta (PD). La lista dei Ministri

Letta-Ag-AGINapolitano: “Unico governo possibile per Paese”

Roma, 27 aprile – Alle 15,00 il Presidente incaricato Enrico Letta è salito al Quirinale per condividere la lista dei ministri con il Presidente Napolitano.

– Alle 17,00 l’annuncio ufficiale del governo guidato dal Presidente Enrico Letta. Domani, alle ore 11,30 il giuramento.

 Le dichiarazioni. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: “Il mio auspicio è che ci sia la massima coesione”. Il presidente incaricato Enrico Letta “è stato l’artefice della nascita di questo governo, io ho assecondato” il suo sforzo. “Non c’é bisogno di nessuna formula speciale” quello che nasce “è un governo politico formato nella cornice istituzionale e secondo la prassi” della democrazia parlamentare.

Enrico Letta, premier incaricato: “Sono soddisfatto per la squadra che siamo riusciti a comporre – grazie alla disponibilità, alle competenze che si sono messe al servizio del Paese -, per il record della presenza femminile e per il ringiovanimento della compagine”.

L’elenco dei ministri:

Interni e Vicepremier- Angelino Alfano
Difesa – Mario Mauro
Esteri – Emma Bonino
Giustizia – Anna Maria Cancellieri
Economia – Fabrizio Saccomanni
Riforme istituzionali – Gaetano Quagliariello
Sviluppo – Flavio Zanonato
Infrastrutture – Maurizio Lupi
Politiche Agricole – Nunzia Di Girolamo
Istruzione, Università e ricerca- Maria Chiara Carrozza
Salute – Beatrice Lorenzin
Lavoro e Politiche sociali – Enrico Giovannini
Ambiente – Andrea Orlando
Beni culturali e Turismo- Massimo Brai
Coesione territoriale – Carlo Trigilia
Politiche comunitarie – Anna Maria Bernini
Affari regionali, sport e turismo – Graziano Delrio
Pari opportunità, sport, politiche giovanili – Iosefa Idem
Rapporti con il Parlamento – Dario Franceschini
Integrazione – Cecile Kyenge
Pubblica Amministrazione- Giampiero D’Alia

One thought on “Governo Letta (PD). La lista dei Ministri

  1. Che sia l’unico governo possibile penso che non sia proprio esatto e mi riferisco ai ministri naturalmente. Penso che sarà un po’ difficile che in relazione proprio ai profili politici questi ministri possano fare scelte che certo in condizioni di incertezza rispetto alla fase che stiamo vivendo offrano diano sponda economica e sociale credibile a chi ha problemi di spesa alimentare e che è senza lavoro. Comunque vedremo. Grazie per l’ospitalità.

Lascia un commento

9 + 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.