Crollo di calcinacci a Vico Belledonne a Chiaia movimenta il Maggio dei Monumenti

vico-belledonne-a-chiaiaNapoli 11 maggio 2013 – A Vico Belledonne a Chiaia, intorno alle 14,30, si è verificato il distacco di una parte del frontale di uno stabile che fa angolo con Via Bisignano. La splendida iniziativa del Maggio dei Monumenti, organizzata dal Comune di Napoli per rendere accessibili strutture di elevato valore culturale solitamente chiuse al pubblico, contrasta fortemente con eventi come questo, che confermano, laddove ce ne fosse bisogno, le carenze e la perenne emergenza con cui convivono i cittadini napoletani.

La strada era meta di passaggio da parte di chi era in zona, attirato dalle bellezze di chiese, chiostri e musei come il PAN (dove si svolgeva la mostra su Topolino, ndr), ma anche da parte di chi era alla ricerca, data l’ora, di un punto di ristoro dove pranzare o bere un buon bicchiere.

Nino, impiegato di un negozio di ottica poco distante, e le sue colleghe, si trovavano all’esterno di un ristorante in attesa che si liberasse un tavolo quando un tonfo sordo, a meno di 10 metri da loro, ha attirato la loro attenzione. Appena rivolto lo sguardo verso il palazzo  hanno visto i calcinacci in terra e i passanti che si fermavano, a metà tra curiosità e spavento.

Prontamente, alcuni degli astanti hanno chiamato i vigili del fuoco che entro le 15,00 hanno effettuato un sopralluogo dall’interno dell’appartamento.

Nicola, il proprietario del locale posto di fronte allo stabile, non sembrava affatto stupito di quello che definisce “L’ennesimo crollo in un palazzo pieno di professionisti, che dovrebbero ben sapere il pericolo rappresentato da questi intonaci ballerini”, per la popolazione del quartiere. Effettivamente, osservando la facciata dello stabile si notano altre crepe e segni di precedenti spicconature, segno che sono stati già effettuati  altri interventi di messa in sicurezza.

Sottolinenando che non c’è stato nessun ferito, ma solo un po’ di spavento, ci chiediamo se sia corretto aspettare che si verifichi una tragedia prima di intervenire in forma preventiva.

Lascia un commento

13 + 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.