Panini alla X Municipalità. Le questioni aperte: Zoo-Edenlandia ed Ippodromo di Agnano

assessore-Enrico-PaniniNapoli, 15 maggio – Zoo-Edenlandia ed Ippodromo di Agnano gli argomenti all’ordine del giorno della seduta consiliare della X Municipalità da sottoporre all’assessore al lavoro Enrico Panini invitato a comunicare gli ultimi risvolti. L’esaustivo intervento di Panini ha incluso temi come Bagnolifutura e fondi pre-dissesto.

Lo Zoo. Il Comune di Napoli sta lavorando per proteggere il patrimonio culturale che appartiene alla città, facendo partire le procedure che possano al contempo salvaguardare la vita degli animali. A tal riguardo è stato avviato un confronto con l’Ente Mostra d’Oltremare per rilanciare la struttura da impiegare come risorsa a supporto della didattica di enti di formazione.

L’Edenlandia ha due elementi di grande valore dove il primo rappresenta la sua ubicazione all’interno dell’area cittadina ed il secondo è la sua percezione come patrimonio storico della città.

Si cercherà di risolvere il problema dell’abusivismo edilizio per l’ordinanza di abbattimento da parte della Procura di Napoli. La Park and Leisure che faceva capo a Cesare Falchero, società di gestione di Zoo ed Edenlandia, ha novanta giorni per procedere dopodiché il bene passerà al Comune, ad oggi sono già trascorsi dieci giorni. A questo problema si aggiunge quello della proprietà del suolo che appartiene all’Ente Mostra d’Oltremare e su questo il Comune sta cercando un’intesa con l’Ente Mostra.

Per l’ippodromo il Consiglio Comunale ha approvato due delibere per due gare, allo scopo di riaprirne le attività. La prima  garetta prevede la ripresa dell’attività ippica per la durata di un anno, che consenta di aprire una gara più complessa e con lo svolgimento del premio Lotteria di Agnano spostato ad ottobre da parte del Ministero dell’Agricoltura. La seconda gara, indicata dall’assessore come garona, prevede un bando per l’attivazione di un piano industriale trentennale che garantisca l’occupazione dei lavoratori ed includa la cultura del cavallo, la protezione del somaro e l’ippoterapia.

Panini si dichiara contrario al gesto dell’ASSI (Agenzia per lo sviluppo del settore ippico, ndr) che ha agito senza interpellare il Comune togliendo la concessione all’Ippodromo, ma la stessa ASSI ha dichiarato che cambiando il gestore si potrebbe riprendere il discorso interrotto.

Questione Bagnolifutura. Nei prossimi giorni il Comune incontrerà le rappresentanze sindacali. Il sindaco De Magistris è stato a Roma per chiedere un decreto legge su Bagnoli che intervenga sui tempi dettati dalla sentenza della magistratura ed affinché il Ministero dell’Ambiente sblocchi i fondi per intervenire.

Per i 50 milioni dei fondi pre-dissesto si sta lavorando sulla tempistica per la liquidazione dei crediti. Resta il problema che nelle garanzie concordate con lo Stato per il rientro della somma che ricade di fatto sui cittadini (vai all’articolo).

Ecco la video intervista di NapoliTime all’assessore Panini. Ci scusiamo per l’audio di non ottima qualità.

Lascia un commento

6 − due =