Gelogustando. 1^ edizione del festival del gusto e del gelato sul lungomare liberato

gelato-artigianaleNapoli – Presentata giovedì 23, presso la sala del Consiglio della Camera di Commercio di Napoli, la prima edizione di Gelogustando il festival del gelato e del gusto che si volgerà dal 31 maggio al 2 giugno sul Lungomare Caracciolo.

Intervenuti: le associazioni promotrici dell’iniziativa, il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Maurizio Maddaloni, il presidente di Agripromos, Pasquale Russo, Enrico Inferrera, presidente provinciale di Confartigianato, Alessandro Limatola, segretario generale Claai Campania, Giuseppe Oliviero, presidente Cna Napoli e Fabrizio Luongo, vicepresidente di Casartigiani Napoli, l’assessore regionale alle Attività produttive, Fulvio Martusciello, accompagnato dal consigliere Flora Benedice.

Il festival del gelato è un’iniziativa realizzata con il contributo della Camera di Commercio, attraverso l’azienda speciale Agripromos ed è organizzata da associazioni imprenditoriali provinciali che hanno come mission lo sviluppo e la tutela dell’artigianato: Casartigiani, Claai, Confartigianato e Cna. La manifestazione punta alla promozione del gelato quale alimento nutriente e rinfrescante la cui degustazione è possibile in tutti i mesi dell’anno.

La storia del gelato passa da quella del sorbetto inteso come bevande refrigerate in arabo Sherbeth cioè bevanda fresca, giungendo dall’oriente con il Kitab al-Tabikh, un ricettario del mondo islamico medievale compilato alla fine del califfato abbaside (Abbasidi, dinastia musulmana di califfi che prendono nome da al-῾Abbàs zio di Maometto, ndr) risalente al 1226.

La prima ricetta italiana compare nel 1570 nello scritto Opera di Bartolomeo Scappi, per divenire gelato si dovrà attendere un secolo quando Antonio Latini, nel 1692, nel suo trattato di cucina Lo scalco alla moderna, inserisce nella procedura un nuovo metodo basato sulla cottura dell’ alimento base, con questi versi: “sorbetta di latte che prima sia stato cotto”.

Nel corso dei secoli la ricetta ha subito vari aggiustamenti moltiplicandone i gusti e colori ricordiamo ancora il gusto-puffo di colore azzurro, ma la sua golosità è sempre all’ordine del giorno.

 

Lascia un commento

diciotto + 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.