Dopo otto anni torna a Napoli la sacerdotessa del rock Patti Smith

Mapplethorpe_SmithCon Patti Smith il primo dei tre grandi concerti a favore della Città della Scienza.

Distrutta da un incendio doloso lo scorso 4 marzo, la Città della Scienza tornerà sotto i riflettori grazie all’unione di due dei festival più seguiti dai ragazzi, con le star della musica internazionale che si esibiranno all’Arenile di Bagnoli (Napoli).

Sarà Patti Smith and Her Band ad anticipare il ricco cartellone musicale del Neapolis festival/Giffoni Experience. Mercoledi 12 giugno la “sacerdotessa del rock”, da sempre impegnata a favore della cultura, tornerà a suonare a Napoli dopo quasi dieci anni. La Smith ha firmato brani memorabili come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison), “Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen), vere e proprie pietre miliari della musica e dell’immaginario collettivo.

Il ricco programma musicale del Giffoni Experience a luglio vede protagonisti anche i norvegesi Kings Of Convenience, l’inglese Tricky (in data unica nazionale) e gli anglo-tedeschi Fainting by Numbers che saranno di scena all’Arenile Reload di Napoli, mentre alla Stadio G. Troisi di Giffoni Vallepiana dal 18 luglio si esibiranno: Max Gazzè, Elio e Le Storie Tese, la Bandabardò, Fiorella Mannoia, Chiara e i rapper Salmo, Fedez, ‘Nto, Clementino, Baby K, Guè Pequeno (Club Dogo), Ensi.

Previsto anche lo spettacolo “Sono in zona show” di Alessandro Siani.

Il Neapolis torna così a Napoli, ma prosegue la sua collaborazione con il Giffoni Film Festival. Le due manifestazioni ripartono insieme proprio per la Città della Scienza, polo di eccellenza scientifico e culturale, luogo di attrazione di migliaia di giovani studenti e non, provenienti da tutto il Paese.

Le due date di luglio, infatti, si terranno a Napoli proprio durante le giornate di svolgimento del Giffoni Experience a Giffoni Valle Piana, in programma dal 19 al 28 luglio, aprendo una “finestra virtuale” tra i due festival.

Entusiasta dell’iniziativa anche il professor Vittorio Silvestrini, Direttore Fondazione Idis-Città della Scienza “Tra le tante azioni positive e di coinvolgimento di prestigiose realtà del mondo scientifico, imprenditoriale e culturale che si sono susseguite all’incendio del 4 marzo del nostro Science Centre, – afferma – particolare significato riveste l’iniziativa messa in campo da altre tre eccellenze (questa volte tutte campane, ed una addirittura operante nella stessa area di Bagnoli)- a favore di Città della Scienza. Mi riferisco alla sinergia che si è stabilita tra il Giffoni Film Festival, il Neapolis Rock Festival e l’Arenile di Bagnoli, tesa a realizzare una “due giorni” – il 25 e 26 luglio prossimi – per puntare ancora una volta i riflettori sulla realtà di Bagnoli e di Città della Scienza in particolare. Sono fermamente convinto che queste iniziative siano utilissime a che l’attenzione sul nostro Science Centre resti sempre alta, e che si inizino a conoscere sempre più e sempre meglio le prospettive concrete di rinascita reale del martoriato territorio bagnolese”.

Dalle ore 19.00 – ingresso euro 17,50

Biografia dell’artista

PATTI SMITH: Dopo “My Festival”, l’evento musicale e culturale curato dalla sacerdotessa del rock all’Auditorium di Roma, Patti Smith torna in Italia per una serie di nuovi ed imperdibili concerti estivi in splendide e suggestive venues. Patti Smith and Her Band si esibiranno infatti allla preview del nespoli festival 2013, al Carroponte di Sesto San Giovanni (Milano) – unica occasione Italiana per vedere la “sacerdotessa” alle prese con il capolavoro “Horses” riproposto nella sua interezza, a Prato in Piazza Duomo, a Venezia al Teatro Verde (sull’Isola di San Giorgio Maggiore), allo straordinario Sferisterio di Macerata e in Sicilia dopo molti anni di assenza nello strepitoso Teatro Greco di Taormina (ME), per chiudere al Teatro di Verdura di Palermo.

Erano gli anni ’60 quando la giovanissima Patti Smith, poco più che ventenne, si trasferì nella vibrante New York pertrovare la sua strada. Il resto è storia: dalla chiacchierata relazione con il fotografo Robert Mapplethorpe il cui racconto in “Just Kids” le ha guadagnato il prestigiosissimo National Book Award, alle primissime esibizioni nello storico CBGB’s, fino al contratto con la Arista e la pubblicazione di “Horses”, uno dei migliori album rock della storia.

Patti Smith si è conquistata di diritto un posto nell’olimpo delle leggende del rock.

Senza dubbio tra gli artisti più influenti di sempre, cantautrice e poetessa di enorme talento, Patti viene spesso citata da illustri colleghi come grande fonte di ispirazione, da Michael Stipe (R.E.M.) a Morrissey e Johnny Marr (The Smiths), da Madonna agli U2 a molti altri.

Brani come “People Have The Power”, “Gloria” (cover del brano dei Them di Van Morrison), “Dancing Barefoot” e “Because The Night” (scritta insieme a Bruce Springsteen) sono vere e proprie pietre miliari della musica e dell’immaginario collettivo. Questi nuovi ed imperdibili concerti daranno la possibilità al pubblico italiano di ammirare ancora una volta lo spessore di un’artista che dopo oltre quarant’anni di carriera riesce ad esibirsi con la stessa grinta e spirito punk degli esordi.

Lascia un commento

12 − due =