Crisi, in continuo calo i consumi di beni e servizi, male le telecomunicazioni

calo-consumi6 giugno –  Ennesima brutta notizia della Confcommercio. Dati negativi per i consumi nel mese di aprile con una forte flessione registrata nel primo quadrimestre del 2013. I consumi calano a picco e su base annuale la flessione sarebbe pari al 3,9 %. La situazione economica italiana continua a preoccupare e mai prima d’ora si erano registrati record cosi negativi per il nostro Paese.

Alla luce della diciassettesima variazione negativa, in poco meno di due anni, continuano a preoccupare i consumi legati ai servizi di telecomunicazione, dove il trend negativo giunge al 2,5% su base mensile, e allo 0,1% su basse annuale. Per Confcommercio, che da anni è impegnata a rappresentare migliaia di imprese in Italia, la situazione economica attuale è addirittura peggiore rispetto allo scorso anno. Ormai troppo rapidamente, la condizione precaria di molte famiglie italiane sta determinando – si legge in una nota – “una dinamica della domanda, in questa prima parte del 2013, ancora più negativa rispetto a quanto rilevato nei primi mesi del 2012”.

Nei primi quattro mesi del 2013 la flessione è giunta forte e determinata: -4,4% rispetto allo scorso anno.

Ma la vera nota negativa non risulta essere soltanto quella dei beni e dei servizi per le telecomunicazioni che sono senza dubbio in forte calo, le cattive notizie sono arrivate anche per quanto riguarda tanti altri prodotti, quali calzature (-6,7% su base annua), bevande e tabacchi (-6,2%) e mobilità (-7,5%).

Sebbene potrebbero essere soltanto verifiche di ordinaria amministrazione, queste ultime riflessioni di Confcommercio, preoccupano fortemente gran parte delle aziende e soprattutto tante famiglie italiane, dove il grado di  fiducia e stabilità è tutt’altro che stabile. Gli ennesimi record negativi registrati negli ultimi mesi di fatto, non fanno altro che testimoniare ancora una volta lo scarso livello di solidità delle famiglie italiane, oltre che preannunciare, in modo forte e chiaro, un nuovo momento di grande difficoltà per tutto il Paese.

FOTO: tratta da trandingnostop.com

Lascia un commento

uno × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.